Wine, esce la versione beta

Il non-emulatore di Windows è quasi pronto per la definitiva consacrazione. Un pacchetto cruciale per i desktop Linux.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-11-2005]

Il logo di winehq

Dopo quasi 12 anni di sviluppo, la beta version più desiderata della storia vede finalmente la luce. Giovedì scorso è infatti stata rilasciata Wine versione 0.9, pronta per essere testata commercialmente e ottimizzata.

Si tratta di un'applicazione free software che esegue nativamente, su piattaforme non-Microsoft, programmi scritti per Windows. Molto spesso, si fanno girare applicazioni Windows su piattaforma Mac o Linux utilizzando le cosiddette "macchine virtuali", o VM (virtual machine).

Wine, acronimo ricorsivo di Wine Is Not an Emulator, esegue direttamente l'applicazione senza far partire un sistema operativo ospite. Ciò permette, a differenza delle VM, di non eseguire Windows, evitando di pagare la relativa licenza.

In contemporanea è uscita anche la versione 5 di Crossover Office, software a pagamento, sempre basato su Wine.

Non c'è dubbio che il progetto rivesta un'importanza strategica per la diffusione di Linux in ambito desktop, soprattutto nelle aziende piccole e medie.

Attualmente, gli scogli che si incontrano nell'installazione del pinguino sono, infatti, facilità d'uso, riconoscimento hardware, e presenza di applicazioni di cui si ritiene di non poter fare a meno.

I primi due sono superabili con una buona configurazione, il terzo è spesso un problema insolubile. La versione beta, realizzata or ora, è quindi un grande traguardo, anche se, ammettono gli sviluppatori, c'è ancora molto lavoro da fare prima di poter vedere una relase definitiva.

Nonostante questo, sono in molti quelli che raccontano di aver risolto con Wine parecchi problemi, negli ultimi anni.

Wine è distribuito sotto GNU-LGPL, la versione "lasca" della licenza GNU-GPL, che permette l'integrazione di questo software, o parti di esso, in progetti non liberi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Linux, con Wine 3.0 funziona anche Photoshop 2018

Commenti all'articolo (1)

{Knu}
secondo me e' gia' molto maturo (o invecchiato, essendo vino? :D ) wine, io ci ho gia' fatto girare WarCraft III con prestazioni superiori che su windows (!), e vi sono MOLTE applicazioni che sono pienamente supportate. La vera innovazione di questa 0.9 e' lapossibilita' di eseguire applicazioni dx9 con dx9wine ,... Leggi tutto
4-11-2005 14:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5114 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics