Un Mac a manovella

La sfida di Negroponte è stata raccolta da hacker e patiti del fai-da-te. Con risultati interessanti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-12-2005]

Il kit per la carica a manovella dell'eMate

Mentre il mondo si interroga sulla bontà e sul previsto successo del computer a manovella di Nicholas Negroponte, un sicuro risultato è l'aver acceso la fantasia degli smanettoni di tutto il mondo.

Qualche ragazzo terribile, infatti, si è cimentato nell'impresa di costruire un PC portatile, a carica manuale, stando sotto il costo totale di cento maledettissimi dollari.

In questa strampalata sfida, il più veloce sembra essere stato Phillip Torrone, che sul blog "Make" ha postato un tutorial, completo di schemi e foto, per la trasformazione di un vecchio Apple eMate, a cui ha montato un carica-batterie a manovella.

Il costo dell'operazione, comprensivo di acquisto dell'eMate usato, è al di sotto dei cento dollari stabiliti. Si tratta, comunque di una macchina perfettamente funzionante, anche se non nuova e non producibile in massa.

Aldilà dell'aspetto ludico e goliardico del post, al buon Negroponte va il merito di aver creato interesse attorno alla sua iniziativa. Ma soprattutto di aver diffuso l'idea di produrre hardware con risorse limitate, concetto che la grande industria era riuscita a farci dimenticare.

Per chi crede che "One Laptop Per Child" sia importante anche e soprattutto per il cambio di mentalità che comporta, questo è un buon segno.

Il senso dell'iniziativa, comunque, sta tutto nelle parole di Torrone: "Non ha alcuna utilità pratica, non è scalabile, non è nemmeno opensource," scrive nel suo blog, "ma funziona, costa meno di cento dollari e, soprattutto, è verde anche lui".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Oh cartello, mio cartello... Leggi tutto
18-12-2005 18:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2368 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics