Votaberlusconi.it in tilt: vietato inviare email

I tempi di consegna di un'email indirizzata al sito di Forza Italia sono molto superiori a una normale lettera inviata per posta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-03-2001]

Se per molti Internet può essere sinonimo di comunicazione immediata, Forza Italia non la pensa così: le email indirizzate al sito www.votaberlusconi.it hanno un tempo di consegna minimo di 20 giorni, sempre che siano lette (e non da Berlusconi in persona, ma da un suo qualsiasi collaboratore).

Se infatti si invia una mail all'indirizzo lettere@forza-italia.it, per risposta si riceve un messaggio automatico del responsabile del sito Antonio Palmieri che recita:

"Causa il grandissimo numero di e-mail giunte al nostro indirizzo di posta, ti chiedo cortesemente di rimandare la tua e-mail dopo il 16 marzo, per darci modo di completare lo smaltimento di tutti i messaggi giunti in questi ultimi giorni al nostro sito."

Sebbene aspettare una settimana per poter inviare un'e-mail sia ridicolo, paradossalmente la situazione è migliorata, perché le mail spedite al sito di Forza Italia dal 3 marzo ad oggi sono tutte andate perdute, e gli utenti che hanno scritto nel frattempo dovranno reinviare le loro mail, sempre che il sito del Cavaliere sia comodo a riceverle.

E i famosi manifesti in cui Berlusconi diceva di voler imporre le tre I, Internet-Informatica-Inglese? Ancora una volta i partiti politici, nonostante inseriscano lo sviluppo di Internet in ogni loro programma, si presentano impreparati all'incontro con gli elettori in Rete.

Per Forza Italia però le figuracce su Internet sono ormai diventate un'abitudine: giusto un anno fa l'economista Giulio Tremonti aveva presentato una sciagurata proposta di legge volta a creare tre portali commerciali per le aziende, www.Portale Sud.it, www.Portale Nord.it e www.Portale Centro.it, palesando quindi la sua totale ignoranza informatica, dal momento che gli spazi negli URL non sono ammessi e i suoi domini erano irregistrabili.

Avvicinandosi la campagna elettorale, viene voglia di lanciare una proposta: i candidati che vogliono inserire la tutela di Internet nel loro programma elettorale, dimostrino prima di saperlo usare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{Pasquale}
Abbiamo votato sempre FI,ma d'ora in poi i nostri voti nonli vedranno più,il voto potrete chiederlo ai cani della Sig. BRAMBILLA ed ai suoi fanatici.Pasquale
10-5-2014 16:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1804 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics