La mela con la sorpresa

Scovato il ringhioso chip Fritz sui nuovi PC Apple con cuore Intel, anche se per ora le funzioni più invadenti di Palladium non sono utilizzate.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-04-2006]

Il chip Fritz

(Il contenuto di questo articolo è stato modificato in data 18 aprile 2006)

I bene informati lo asserivano da tempo, i dietrologi lo ritenevano inevitabile: i nuovi PC Apple, quelli motorizzati Intel, hanno il "Fritz inside", cioè nascondono al loro interno il famigerato Trusted Platform Module, cuore del sistema Palladium.

Le prove tardavano ad arrivare. L'unico (forte) indizio era che il Mactel provvisorio, quello distribuito agli sviluppatori, aveva il chip al suo interno: un po' poco, per corroborare una notizia data per certa da mesi. Il silenzio di Apple, come fa notare anche Alessandro Bottoni nel suo blog (vero e proprio cult del genere), non aiutava certo chi voleva conoscere la verità.

Grazie anche all'attività dei ragazzi di no1984 e a un articolo di Paolo Attivissimo, ripreso anche da realtechnews, sembra che qualche segugio abbia trovato tracce del chip Infineon all'interno dei nuovi MacIntel, di cui escono anche le prime fotografie.

Proprio la scorsa settimana c'era stato l'annuncio di Boot Camp, il software che permette ai MacIntel di far girare nativamente Windows XP. A seguito di questa notizia, i titoli della mela erano volati in borsa. Ora arriva la conferma forse più importante della presenza di Palladium su questa piattaforma.

Le due notizie contrastanti, in un chiaroscuro indecifrabile, non riescono a delineare la torbida strategia di Cupertino. Da un lato c'è l'apparente apertura all'avversario e la maggiore libertà concessa ai propri utenti, dall'altro l'inserimento (nel totale silenzio) del chip liberticida all'interno della motherboard.

Come in tutti gli altri casi, le funzioni più invadenti e cialtrone di Fritz non sono utilizzate , per lasciar posto a operazioni assolutamente legittime e spesso condivisibili. In questo caso, per esempio, il TPM si limiterebbe a certificare l'autenticità dell'hardware Apple, permettendo il funzionamento di Mac Os X.

Ma nessuno può garantire che, in un prossimo futuro, le potenzialità terribili del chip non siano messe in funzione. Sempre secondo Bottoni, "queste funzionalità non sono utilizzate da Apple in questo specifico frangente, ma niente al mondo può impedire ad Apple, o a un produttore di software, di cominciare ad usarle in qualunque momento e per qualunque scopo."

È proprio il silenzio a rappresentare l'aspetto più imbarazzante della questione, sintomo di un certo impaccio, se non addirittura di malafede, da parte della Mela.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

da buon sognatore... Leggi tutto
17-5-2006 10:53

Secondo me dipende da quanti oggettivamente conoscono queste funzioni (e ho paura che nel vasto insieme degli utenti base la percentuale non sia così alta) e da quanti decidono di sacrificarsi per avere una potenza di calcolo superiore. Personalmente? Credo che il mio prossimo mac sarà usato. (...non troppo usato, possibilmente). ... Leggi tutto
16-5-2006 20:44

quotazioni dell'usato in crescita Leggi tutto
16-5-2006 17:52

sono davvero gli ultimi giorni per un portatile senza chip? Leggi tutto
3-5-2006 12:36

Grazie. L'articolo è stato aggiornato.
18-4-2006 15:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'espressione più ricorrente nella tua azienda, tra queste?
Ampia gamma
Capacità comunicative
Creativo
Dinamico
Efficace
Esperienza collaudata
Innovativo
Manageriale
Motivato
Multinazionale
Problem solving
Specializzato
Vasta esperienza

Mostra i risultati (1696 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics