Le telecamere per controllare il dissenso

A Milano il vicesindaco De Corato ordina ai vigili urbani di conservare le immagini registrate dalle telecamere durante le manifestazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-05-2006]

Iraq, 2004, computer grafica, cm 9x11. Mostra on

Il primo maggio è stata una giornata un po' movimentata a Milano: tutti i giornali hanno parlato dei fischi con cui è stata accolta la presenza, durata pochi minuti, del ministro Letizia Moratti all'interno del corteo dei Sindacati confederali.

Tutta questa immensa copertura data al rapporto nuovamente tormentato tra la piazza milanese e il ministro Moratti ha coperto una vicenda che meriterebbe più attenzione e di cui ha parlato il Corriere della Sera nella cronaca di Milano di mercoledì 3 maggio.

Un corteo autorganizzato giovanile avrebbe incrociato un gazebo della campagna elettorale di An a cui era presente il vicesindaco di Milano De Corato, che avrebbe ricevuto da molti partecipanti fischi e insulti; inoltre si sarebbe levato da un gruppo molto ristretto di giovani a volto coperto il macabro, stupido, assolutamente non condivisibile grido, rivolto ai Carabinieri "Dieci, cento, mille Nassiriya", in un momento in cui c'è una forte emozione popolare, unitaria per la morte dei militari italiani di un contingente che, presto, il nuovo governo ritirerà.

Il vicesindaco De Corato avrebbe dichiarato che non lascerà cadere gli insulti, e ha dato ordine al comandante dei Vigili Urbani di tenere sempre attiviate tutte le telecamere che sorvegliano il centro di Milano e di conservare tutte le registrazioni in vista di denunce penali.

In discussione non c'è il fatto che il confronto politico non debba basarsi sugli insulti; né in discussione che chi ha gridato slogan violenti, nel momento più sbagliato, contro servitori dello Stato sia solo un imbecille. Tuttavia numerosi sono i rischi che un uso eccessivo, invasivo e illegittimo delle telecamere rispetto a cortei e manifestazioni si possa prestare a un controllo e a una repressione del dissenso politico e sociale.

E' accettabile che il vicesindaco, che non è un magistrato né un poliziotto, dia disposizioni sull'uso delle videocamere e dei dati registrati da queste alla polizia locale? Che questo avvenga dopo che è stato contestato pubblicamente da avversari politici e in seguito a questo, al fine di intimorire chi volesse ancora contestarlo?

Arriveremo alla schedatura di manifestanti e dissidenti? Arriveremo a "fascicoli video" che sostituiranno i vecchi e polverosi fascicoli delle questure? E' pensare di parificare forme di protesta verbale fastidiose per motivi politici a episodi ingiustificabili di vandalismo che vanno repressi e su cui ci sono delle indagini?

E' questo lo scopo vero dell'ampio sistema di videosorveglianza esistente a Milano e che il candidato sindaco Moratti vuole, ulteriormente, ampliare?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 30)

Pienamente d'accordo. Fosse per me li prenderei a calci a due a due finch non diventano dispari, ma il mio intervento era solo per sottolineare che spesso molti rinunciano in partenza a far valere i propri diritti con la scusa che "tanto hanno sempre ragione loro". Invece a volte basta avere la voglia di farlo. Ovviamente se... Leggi tutto
19-5-2006 21:41

perch diamine se sbagliano loro IO mi devo sbattere Leggi tutto
19-5-2006 12:46

perch diamine se sbagliano loro IO mi devo sbattere Leggi tutto
18-5-2006 11:02

S, scusa, ho dimenticato di dire "se se ne ha il tempo" wow! la sagra dei monosillabi!... Lo sbattersi indice proprio del fatto che spesso non se ne ha la voglia! Leggi tutto
17-5-2006 23:07

a volte invece non hai n tempo n voglia di farlo. Leggi tutto
17-5-2006 21:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ad alta quota, secondo te, qual il comportamento pi fastidioso?
Il passeggero della fila avanti che reclina lo schienale, senza nemmeno girarsi e avvisarti gentilmente.
Il passeggero della fila dietro che punta le piante dei piedi (o le ginocchia) nella parte alta del sedile.
I bambini che urlano ripetutamente o infastidiscono gli altri passeggeri, senza che i genitori intervengano.
Il passeggero che puzza di sudore.
Il passeggero che ascolta la musica ad alto volume.
Il passeggero che si ubriaca in volo.
Il passeggero che cerca di psicanalizzarti... per tutto il viaggio.
Il passeggero che si allarga sui braccioli del vicino.
I passeggeri che amoreggiano durante il volo.
Il passeggero che cerca di rimorchiare.

Mostra i risultati (2320 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics