Quale futuro per la ricerca nelle Telco?

I ricercatori del centro Telecom Italia si mobilitano per difendere il ruolo della ricerca nelle telecomunicazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2006]

L'unificazione di Telecom Italia e Tim in un'unica azienda alla fine dell'anno scorso ha comportato per i laboratori di Torino (TILab) la trasformazione principalmente all'interno di un reparto di Telecom Italia, presente a Torino, Roma e marginalmente Milano entro il quale si fa anche un po' di innovazione. A prescindere dagli assetti organizzativi interni, il problema più rilevante è la qualità e il tipo di lavoro che viene richiesto ai lavoratori del centro, sempre più lontano da una caratterizzazione di ricerca.

Al di là della propaganda sui media, queste recenti scelte dell'azienda comportano, oltre alle ripercussioni sulle professionalità all'interno, l'impoverimento dell'attenzione dell'operatore nazionale di telecomunicazioni più importante verso lo sviluppo futuro delle tecnologie e dei servizi, in una prospettiva di corto respiro, e l'impoverimento ulteriore della presenza di attività ad alto contenuto tecnologico nell'area torinese.

In questo quadro e su questi temi, le RSU TILab, insieme ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali di categoria, organizzano un incontro con le istituzioni locali e le forze culturali per discutere sul tema: "Ricerca Tlc a Torino. Quale futuro?".

L'incontro si terrà il 14 Giugno a Torino, dalle 15.00 alle 17.30, presso la sala conferenze della Camera del Lavoro in via Pedrotti 5. E' prevista anche la partecipazione dell'appena confermato sindaco di Torino Sergio Chiamparino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La NSA non spiava solo i cittadini USA ma anche i governi di Francia, Germania e Italia. Qual è la tua reazione di fronte a questa notizia? (se vuoi dare risposte multiple o commentare ulteriormente, usa il forum)
Sono profondamente indignato: come si sono permessi?
Sono stupito che gli USA siano arrivati a questo punto.
In fondo lo fanno per prevenire gli attentati; quindi li giustifico, almeno parzialmente.
Non mi sorprende. E' da un po' che l'Europa non conta più un tubo.
Accidenti! Avranno ascoltato anche le telefonate con la mia fidanzata/o.
I nostri politici non hanno nulla di più importante di cui preoccuparsi?
Lo so perfino io che i telefoni sono spiati, figuriamoci i terroristi.
Avevano ragione quelli di Zeus News, quando già nel 2001 scrivevano di Echelon.

Mostra i risultati (2853 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics