Microsoft inizia a supportare ODF

Lanciato oggi su SourceForge un programma che converta i file dal formato di OpenOffice Writer a quello di Microsoft Word e viceversa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2006]

Logo di Office

Alla fine Microsoft sembra aver capitolato, o quasi. Da oggi è presente su SourceForge un progetto chiamato ODF Add-in for Word 2007, sviluppato da un partner francese di Microsot e rilasciato con licenza BSD. Un prototipo può già essere scaricato; è richiesto il .NET Framework 2.0.

L'obiettivo di questo programma è semplice da descrivere: convertire i file scritti in formato ODF (usato, ad esempio, da OpenOffice.org) nel formato XML di Office e viceversa; saranno anche supportati, si dice, i vecchi formati binari.

Il progetto è stato lanciato oggi; si prevede di completare il lavoro entro la fine dell'anno e di realizzare l'anno prossimo add-in similari per Excel e PowerPoint.

Naturalmente, afferma Jean Paoli, general manager per l'interoperabilità e l'architettura XML di Microsoft, nessuna traduzione è perfetta. "Ci sono molte cose da compensare tra Open XML, "full-featured" e compatibile all'indietro, e ODF, che è più limitato".

Non solo: "Un buon numero di convertitori sono attualmente sotto sviluppo incluso un plug-in per Office da parte della OpenDocument Foundation". Microsoft, dice ancora Paoli, sta gestendo il progetto e provvederà a sostenerlo, e si aspetta un buon numero di partecipanti.

Per un'azienda che poco tempo fa dichiarava di non voler integrare il supporto a ODF nella nuova versione di Office a causa di una mancanza di interesse da parte degli utenti non è un passo indietro da poco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A partire da quale etÓ Ŕ utile un telefono cellulare?
Prima degli 8 anni
Da 8 a 10 anni
Da 10 a 12 anni
Da 12 a 14 anni
Da 14 a 16 anni
Da 16 a 18 anni
Dopo i 18 anni

Mostra i risultati (3469 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics