Teleperformance licenzia

Il più grande call center in Puglia licenzia i suoi dipendenti, negando che siano dipendenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-11-2006]

Il più grande call center pugliese, con circa 1600 addetti, è gestito dalla multinazionale Teleperformance e si trova a Taranto, una realtà segnata da una forte crisi occupazionale e sociale; ha cominciato a licenziare almeno 50 operatori, secondo il sindacato Slai-Cobas che ha iniziato una vertenza con l'azienda.

Da un giorno all'altro i lavoratori vengono convocati dall'azienda che gli comunica la fine del rapporto di lavoro per mancato raggiungimento o mantenimento dei livelli di servizio minimi, cioè i contratti che i lavoratori devono acquisire.

Per Teleperformance non si tratta di licenziamenti ma di rescissione di contratti a progetto; lo Slai-Cobas al contrario così presenta la reale natura del tipo di lavoro svolto nel call center Teleperformance: "Il lavoratore e l'attività vengono ipercontrollati ogni minuto dai responsabili di gruppo, in cui anche un ritardo di pochi minuti dal rientro dalla pausa ti fa perdere tutti i 15 minuti di pausa (questo solo per fare degli esempi), per un salario di meno di 5 euro all'ora, senza diritto a ferie, malattia, tredicesima...".

Contro i licenziamenti è stato proclamato lo stato di agitazione e un presidio di lavoraratori davanti al call center nei prossimi giorni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

{Operaio}
Ma quale lavoro di berlusconi ci ha solo inguaiat Leggi tutto
10-3-2008 17:29

Le minacce ce le meritiamo!!! ed i licenziamenti pure: sono la giusta punizione. Leggi tutto
23-1-2007 11:33

I ragazzi di Teleperformance Taranto hanno appena aperto il loro forum: www.teleperformance.antiblog.com :D
21-1-2007 17:03

{GIUSEPPE}
Precarieta' una parola senza futuro Leggi tutto
15-11-2006 02:06

{lupopz}
sìsì Leggi tutto
14-11-2006 11:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontą" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiositą di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverą a credere e con che velocitą si propagherą
Dalla volontą di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2107 voti)
Luglio 2020
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Tutti gli Arretrati


web metrics