L'accordo antipedofilia non è perfetto

La Polizia Postale e Telecom Italia siglano un accordo di collaborazione per l'attuazione del Decreto Gentiloni che potrebbe aprire nuove polemiche e cause giudiziarie con i concorrenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2007]

La Polizia Postale ha siglato un accordo di cooperazione con Telecom Italia per l'attuazione del Decreto Gentiloni per la lotta alla pedopornografia on line, secondo il quale l'ex monopolista si impegna a dare pieno sostegno e supporto tecnico, hardware e software al Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia gestito dalla Polizia Postale stessa.

Questo centro, secondo il Decreto Gentiloni, in caso di ricezione di una segnalazione da terzi di un sito pedopornografico o per averlo individuato nella sua attività di monitoraggio, dovrebbe ordinare l'oscuramento entro 6 ore, cioè l'inaccessibilità sul territorio italiano.

L'accordo potrebbe provocare nel tempo non poche grane giudiziarie a Telecom Italia e alla stessa Polizia Postale: infatti, da una parte Telecom Italia fornisce il supporto tecnologico all'attività del centro, dall'altra è essa stessa parte in causa in quanto è il più importante Internet provider italiano, e quindi si troverebbe associato alla stessa funzione di controllo che poi dovrebbe esercitare nei confronti dei suoi stessi concorrenti.

Inoltre questo accordo, limitato alla lotta alla pedopornografia on line, potrebbe comunque favorire l'ex monopolista, quale fornitrice della Polizia Postale, che spesso esercita la sua attività di controllo dei servizi di telefonia.

Si tratta di un accordo che potrebbe anche suscitare la gelosia e rivalse in altri organismi di polizia (Guardia di Finanza, Carabinieri) che non hanno il compito specifico di lottare contro la pedopornografia del Web ma a cui non è impedito farlo e che, comunque, svolgono compiti di polizia informatica.

Sebbene l'accordo sia nato con le migliori intenzioni, potrebbe aprire un nuovo fronte di polemiche e scontri legali tra Telecom Italia e i suoi concorrenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Google fa arrestare il pedofilo che usava Gmail

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
Č la solitudine che spinge le persone a usare "pių tecnologia".
Č l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1435 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 settembre


web metrics