Photoshop free presto su Internet

Seguendo l'esempio di altri big, anche Adobe presenterà una versione on line del suo programma di fotoritocco.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-03-2007]

Indubbiamente tra i produttori di software di maggior rilievo si va affermando la moda -e forse diventerà una necessità dal punto di vista commerciale- di lanciare e mantenere operativo sul web uno o più programmi tra quelli più noti e quindi più rappresentativi dell'immagine e del carattere distintivo dell'azienda.

Secondo Bruce Chizen CEO di Adobe, entro sei mesi al massimo una apposita versione di Photoshop sarà operativa on line. A quanto si può intuire, la ridotta disponibilità di banda e la conseguente lentezza operativa non ne permetterebbero l'impiego a livello professionale, né, vista la gratuità del servizio, sarebbe questa la mission che Adobe si propone.

Il problema da affrontare e risolvere è di tutt'altra natura e deriva dal timore che, bruciando le tappe, gli onnivori Google e Microsoft vadano a invadere un campo sinora riservato a software complessi e assai remunerativi per i proprietari.

Già Picasa si è ritagliato un suo spazio unendo capacità di organizzazione dei file con una ridotta possibilità di intervento sull'immagine, mentre la Casa di Redmond ha da tempo inserito tra gli strumenti di Office un semplice programma di visualizzazione e correzione delle foto digitali.

Sin qui si è trattato di software installabili esclusivamente sul disco rigido, ma non occorre un eccessivo sforzo di fantasia per immaginarli operativi on line a prezzo di qualche aggiustamento.

Adobe invece dispone già dell'esperienza e della tecnologia necessaria, utilizzate nella realizzazione di "VideoRemix", programma on line di montaggio video distribuito da PhotoBucket. Si potrebbe trattare quindi di una dignitosa realizzazione entry level ma sufficiente tuttavia a far felici molti fotografi e non solo "quelli della domenica".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Secondo me un programma free è un'ottima pubblicità per la ditta che lo produce, infatti seppur limitato nelle funzionalità il prodotto, se ben fatto, permetterebbe di valutare le funzionalità del software e, per chi vuole la versione completa, decidere se fare l'acquisto dello stesso prodotto nella sua versione commerciale. Notizie... Leggi tutto
18-3-2007 15:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole a tassare l'uso del denaro contante per diffondere l'uso della moneta elettronica?
Totalmente favorevole.
Favorevole, ma timoroso della sicurezza delle transazioni.
Favorevole, ma bisogna tutelare chi non vuole o non sa usare la moneta elettronica.
Totalmente contrario.
Basterebbe abolire i costi bancari sulle transazioni elettroniche.

Mostra i risultati (5582 voti)
Luglio 2019
Modalità incognito per i siti a luci rosse? Google e Facebook ti tracciano lo stesso
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Galileo fuori uso da quattro giorni, forse è colpa di un guasto in Italia
Lo pneumatico senz'aria di Michelin e GM
Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Giugno 2019
Quattordicenne crea malware che rende inutilizzabili i dispositivi IoT
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Tutti gli Arretrati


web metrics