Politica e affari in Telecom e altre storie

Bruno Tabacci, noto parlamentare del centrodestra (ma molto critico con Berlusconi), rilegge la vicenda Telecom Italia e il rapporto politica-banche.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-05-2007]

Foto di Tijmen Van Dobbenburgh

Bruno Tabacci, parlamentare dell'Udc, uomo del centrodestra ma considerato da Berlusconi "una spina nel fianco", soprattutto reduce della Prima Repubblica in cui è stato presidente della Regione Lombardia, parlamentare ed uno dei "colonnelli" della Dc di De Mita, rilegge le vicende economiche, politiche e finanziarie degli ultimi anni in Italia, a partire dal caso Telecom, in un libro-intervista al giornalista economico del Corriere della Sera Sergio Rizzo, appena uscito presso Laterza.

Tabacci è un politico di professione, meglio di razza, pieno di passione per la politica e un "conservatore illuminato", come si diceva una volta, e non ha tanti complessi di inferiorità nei confronti del capitalismo all'italiana di cui critica limiti ed insufficienze senza pietà.

Per questo parte dalla considerazione che nella Prima Repubblica, prima di Mani Pulite, le cose non andavano tanto bene perché i banchieri si facevano dare ordini dalla politica: c'era troppa politica negli affari mentre, oggi, il problema è che c'è troppo poca politica, troppi affari nella politica e sono i banchieri a comandare i politici e a fare il bello e il cattivo tempo nella società italiana.

E' un giudizio tremendamente d'attualità, se pensiamo che in pochi mesi sono nati in Italia almeno tre colossi bancari tra i più grandi del mondo: Intesa-SanPaolo, Unicredit-Capitalia, Banca Popolare Verona-Novara-Lodi, i cui i manager controllano in gran parte l'industria e i servizi del nostro Paese e hanno disponibilità finanziarie superiori a tutte le altre aziende.

Non a caso, con malizia, Tabacci ci ricorda che quando Tronchetti Provera si volle lamentare dell'atteggiamento di Prodi con lui e Telecom, non ne parlò con Prodi stesso o un altro politico ma con Giovanni Bazoli, presidente-padrone di Intesa-San Paolo e sponsor di Prodi.

Tabacci, mantovano come l'ex manager e azionista di controllo Roberto Colaninno, ricorda come nacque l'Opa su Telecom. Cominciò con l'Opa del Monte dei Paschi di Siena, banca vicina ai Ds perché governata dagli stessi amministratori locali diessini di Siena, sulla Banca Popolare di Mantova in cui era presente Colaninno.

Dall'alleanza Mps-Colaninno-D'Alema, con l'appoggio di Fazio, governatore di Bankitalia, nasce l'Opa su Telecom fatta in spregio alle regole di non intervento nelle aziende che, oggi, tutti dichiarano di voler rispettare. Poi Colaninno esce e passa la mano a Tronchetti perché, ricorda Tabacci, i furbetti del quartierino come Gnutti, Ricucci e consorte di Unipol devono realizzare e non sono interessati a un progetto industriale.

Alla fine in Telecom Italia a comandare rimangono solo le banche; ma il problema, ci dice Tabacci, (e non gli si può dare torto) è che sulla politica e sui giornali italiani sono le banche e i banchieri italiani a comandare e non gli elettori: in sostanza la classe politica italiana è un apparato costoso e inutile.

Scheda
Titolo: Intervista su Politica e Affari
Autore: Bruno Tabacci, a cura di Sergio Rizzo
Editore: Laterza
Prezzo: 10 euro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

Sarebbe forse più esatto dire che Prodi è sponsor del SanPaolo? Se non vado errato, fu ben lui l'artefice dell'acquisizione, dopo che Intesa aveva svuotato le casse per salvare Alitalia. Ma questa è un'altra storia... :-( Leggi tutto
22-5-2007 14:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
D'estate che cos'è più importante per te?
Il frigorifero
Il ventilatore
Il condizionatore
L'antizanzare
La connessione a Internet anche in vacanza

Mostra i risultati (2972 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 agosto


web metrics