L'iPhone taroccato per funzionare in Europa

In vendita un telefonino di Apple "modificato" che permette di aggirare le restrizioni relative all'operatore.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2007]

iphone

Da quando è stato presentato, il fantaterminale californiano è divenuto un must per mezzo mondo; c'è chi sogna di possederlo per pavoneggiarsi con l'ultimo ritrovato tecnologico, chi per lavorarci (anche se qualcuno afferma che non sia il massimo per spedire email in serie) e naturalmente c'è chi non vede l'ora di metterci su le mani per sbudellarlo e costringerlo a rivelare tutti i suoi più riposti segreti.

Già in luglio il gruppo di hacker croati Hackint0sh aveva annunciato in rete di essere riuscito a sbloccare le restrizioni del firmware che consentono l'uso esclusivo dell'apparecchio solo attraverso connessioni tramite At&T quale operatore telefonico, recuperando il sistema operativo con l'ausilio di un programmatore di Sim.

Con successivi tentativi il gruppo afferma di essere riuscito anche a recuperare la memoria dell'iPhone, che è un passaggio fondamentale per superare i blocchi; ma essendo la stessa soggetta a copyright non hanno ritenuto di infrangere il limite imposto dal costruttore.

Una volta indicato il metodo seguito, è stato tuttavia facile aggirare completamente le restrizioni e pare ci sia riuscito un cracker ventottenne di nazionalità macedone; fatto sta che passa da bocca a orecchio la notizia che a Hong Kong sono già in vendita alcuni iPhone taroccati.

Che il colpaccio fosse dietro l'angolo ormai era nelle aspettative di tutti, per lo meno da quando alcune settimane addietro era comparso in rete un programmino chiamato Underground capace di modificare la frase di apertura del terminale; cioè dimostrava che è possibile implementare codici e programmi non originali o modificare quelli provenienti da Cupertino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1856 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 ottobre


web metrics