I Beatles approdano su iTunes

Uno storico accordo tra Paul McCartney e Apple permetterà di scaricare da iTunes l'intera discografia degli "scarafaggi".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-03-2008]

iTunes offrirÓ i brani dei Beatles

Dopo la lunga guerra tra le due Apple (la Apple Corps, società discografica dei Beatles, e l'azienda di Cupertino), anche i Beatles appariranno tra gli artisti i cui brani saranno acquistabili via iTunes.

Sembra forse una notizia banale ma, dopo querele e battaglie legali, l'accordo tra Paul McCartney e Apple ha un che di storico e sembra segnare la cessazione definitiva delle ostilità.

In cambio di 600 milioni di dollari - dicono le indiscrezioni - la discografia dei quattro di Liverpool si aggiungerà a quanto offerto dal negozio online di musica più popolare del pianeta, anche se ancora non si conosce la data in cui i brani saranno effettivamente disponibili.

Il ricavato delle vendite sarà suddiviso tra i due membri superstiti della band (Paul McCartney e Ringo Starr) e gli eredi di George Harrison e John Lennon, anche se i dettagli su come avverrà la divisione non sono stati rivelati.

Secondo alcune voci, a spingere McCartney al grande passo sarebbe l'imminente divorzio dall'attuale moglie, che gli verrà a costare una vera e propria fortuna. Grazie all'accordo con Apple, dunque, l'ex Beatle spererebbe di limitare i danni.

Aggiornamento

Poco fa, Apple ha smentito che su iTunes ci sarà la discografia ufficiale dei Beatles. L'accordo quindi non è stato ancora raggiunto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Pi¨ di 60 minuti

Mostra i risultati (2038 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics