eBay licenzia, Amd no

La ristrutturazione di eBay porterà al taglio di alcuni posti di lavoro, mentre Amd smentisce di aver mandato a casa 800 dipendenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-03-2008]

eBay licenzia, amd no

Sebbene per molti, anche in Italia, eBay sia diventata una fonte di reddito di una certa importanza, pare che la baia non navighi propriamente in ottime acque.

Non si corre certo il pericolo che da un giorno all'altro scompaia senza lasciare traccia, ma le recenti notizie di ristrutturazione interna fanno riflettere.

eBay dunque taglierà un certo numero di posti di lavoro: non una quantità consistente - si parla di meno dell'1% del totale - ma si tratta pur sempre di licenziamenti. Le country più colpite dal piano di riorganizzazione saranno il Belgio, la Spagna, l'Austria e il Nord America.

Un portavoce di eBay ha affermato che tutti i dipendenti sono già stati informati del piano da qualche tempo, mentre l'annuncio ufficiale ai media non è ancora stato fatto. Ha inoltre detto che il motico di questa mossa è un "sforzo di globalizzazione e centralizzazione" al fine di concentrarsi maggiormente sul proprio core business.

Alcuni, infatti, ritengono che eBay si sia nel tempo allontanata troppo dalla propria attività principale, vale a dire il settore delle aste online: l'aggiunta dell'opzione Compralo subito o l'acquisizione di Skype, si dice, non hanno nulla a che vedere con le aste, e sono un sintomo di perdita di identità.

Qualcuno, infine, si spinge addirittura a sostenere che se eBay è ancora in piedi, il motivo va ricercato nella mancanza di concorrenza. Qualora arrivasse un nuovo servizio che si focalizzasse unicamente sulle aste online, eBay sarebbe condannata.

Chi invece ha smentito le notizie dei giorni scorsi riguardo licenziamenti imminenti è Amd: secondo The Inquirer, il chipmaker avrebbe deciso di privarsi del 5% dei suoi dipendenti, vale a dire più di 800 persone.

A spingere l'azienda a ciò sarebbero state le perdite eccessive (1,7 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre del 2007): un taglio al personale avrebbe consentito di ridurre i danni.

Ora, comunque, un portavoce di Amd ha affermato che nessuno è stato licenziato. A chi chiedeva se avessero intenzione di farlo in futuro, il portavoce ha risposto di non avere intenzione di commentare "voci e speculazioni".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ť la tua app di instant messaging preferita?
WhatsApp
Telegram
Wickr
LINE
Kik
Tango
WeChat
Viber
Indoona
Snapchat
Facebook Messenger
Un'altra (indicala nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (2118 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics