Google contro Pornoogle

Quel nome sembra implicare un'associazione tra il più famoso motore di ricerca e la pornografia. Google: "E' intollerabile".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2008]

Google contro Pornoogle

Il cybersquatting, fenomeno cui l'Icann cercherà di porre un freno proprio nelle prossime settimane, non risparmia i grandi nomi. Anzi, più sono famosi più facilmente ne saranno vittima.

Nell'attesa che gli enti internazionali facciano sentire la propria voce, le società che si sentono minacciate da chi sfrutta nomi di dominio simili ai propri cercano di difendersi da sole.

Google, per esempio, si sta preparando a muovere guerra a Ruben Doctor, cui fanno capo parecchi siti pornografici tra cui il motore di ricerca (specializzato nel "settore") Pornoogle.nl, che permette di compiere ricerche tra circa 26.000 film olandesi e di mostrarne anteprime.

Doctor sostiene che il nome scelto per il proprio motore di ricerca non abbia nulla a che fare con Google ma si tratti semplicemente di un gioco di parole tra "porn" e "ogle" ("lanciare un'occhiata").

A Mountain View, però, non sono d'accordo: l'avvocato della sede olandese di Google sostiene che l'associazione tra Google, motori di ricerca e pornografia sia semplicemente intollerabile.

Doctor, da parte sua, ritiene che questo accanimento nei suoi confronti sia un po' strano visto che "ci sono anche altri siti che usano quel particolare nome, tra cui Pornoogle.com" ma che con lui non hanno nulla a che fare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
S, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
S, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente attento: non c' motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. S, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2152 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics