Goosh, la linea di comando di Google

Sembra una shell come quella cui sono abituati gli utenti di Linux, ma gira in un browser. Per interrogare Google rapidamente e senza fronzoli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-06-2008]

goosh

Un'interfaccia grafica è generalmente bella da vedere e a volte sembra il motivo principale per cui è stato realizzato un prodotto (qualcuno ha detto Windows Vista?), ma molti degli utenti più smaliziati apprezzano la rapidità e la sintesi che sono proprie di un'interfaccia testuale.

Non a caso i vari Unix e Linux si amministrano facilmente proprio da riga di comando, e anche Windows 7 - pare - avrà finalmente una shell degna di questo nome. Non poteva quindi mancare chi desiderasse dotare il motore di ricerca più usato di un sistema di interrogazione spartano ed efficiente: così è nata Goosh, la shell non ufficiale di Google, realizzata da Stefan Grothkropp.

Sembra proprio una normale shell, non fosse che viene eseguita all'interno di un browser e che il suo unico scopo è interrogare i database di Google. Goosh supporta una lista di comandi - accessibile scrivendo help o h - e restituisce risultati in formato testo.

Niente fronzoli ma una buona velocità sono le caratteristiche principali, ed è anche possibile fare una ricerca tra le immagini, che verranno visualizzate nella pagina, o tra le notizie, o tra i blog, o nelle pagine di Wikipedia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

l'ho provato ed Ŕ veramente ottimo velocitÓ spettacolare ora si che si fanno le ricerche
16-6-2008 14:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Pi¨ di 60 minuti

Mostra i risultati (2126 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 marzo


web metrics