Class action solo dal 1 gennaio 2009

Lo ha annunciato formalmente a Milano il ministro Scajola: la legge sulla class action viene rinviata di sei mesi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2008]

E' ufficiale: lo ha annunciato il Ministro per lo Sviluppo Economico Scajola, da cui dipendono le politiche per i consumatori, a Milano: la legge sulla class action che doveva entrare in vigore il 29 giugno slitterà al 1 gennaio 2009.

Il rinvio consentirà di modificare la legge, ha detto il Ministro, in modo da evitare di avere troppi ricorsi che deluderebbero i consumatori stessi.

Si spera invece che la legge non venga modificata secondo i desideri della Confindustria e delle banche, che vorrebbero rendere più difficile il ricorso a questo strumento da parte delle associazioni dei consumatori e, grazie alla nuova maggioranza parlamentare, potrebbero manometterne pesantemente il testo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

ecco l'aggiornamento trattato da ZeusNews
19-12-2008 14:54

E qui di sei mesi in sei mesi chissà a quando si arriverà: la class action slitta al 1/7/2009. Dal Corriere: Leggi tutto
18-12-2008 13:46

La questione è che far causa a un azienda per pochi soldi è più la spesa che l'impresa, per questo credo sia meglio rivolgersi ad una associazione dei consumatori. Poi devi sapere che le imprese approfittano del fatto che un dipendente non farebbe mai causa per pochi soldi proprio per il fatto che sarebbe troppo oneroso per il... Leggi tutto
3-12-2008 15:52

Non mi dispiace, sinceramente Leggi tutto
3-12-2008 12:33

{redazione Post-iT}
segnalazione c6.TV Post-iT Leggi tutto
22-9-2008 10:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3585 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics