Spammer multato per sei milioni di dollari

Due anni fa aveva già dovuto risarcire Microsoft per l'invio di posta indesiderata, ora deve pagare i danni a MySpace.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2008]

Spammer multato per sei milioni di dollari

"MySpace pratica la tolleranza zero per le attività illegali sul nostro sito e si impegna a portare davanti alla giustizia coloro che danneggiano i nostri membri": a parlare così è un portavoce di MySpace, il social network di News Corp, commentando la multa inflitta a uno spammer.

A essere accusati sono la società Media Breakaway e il suo Ceo, Scott Richter, già noto in passato per questioni analoghe: due anni fa dovette pagare 7 milioni di dollari a Microsoft per aver inviato dello spam. Si vede che non era bastato.

Questa volta la cifra da pagare è un po' più bassa: solo 6 milioni di dollari: 4,8 milioni di danni e 1,2 milioni di spese legali; in più i dipendenti della compagnia devono tenersi ben lontani da MySpace.

Media Bewakaway non ha ancora commentato la decisione, che arriva dopo un'accusa di phishing e di invio di spam verso gli utenti di MySpace: questa è una piattaforma particolarmente amata da chi invia posta indesiderata in quanto rende facile mandare lo stesso messaggio a migliaia di amici.

A parziale discolpa della società va detto che sono stati riconosciuti gli sforzi compiuti per cercare di rispettare la legge, facendo firmare agli affiliati degli accordi anti-phishing, che però sono stati evidentemente ignorati. Ciò ha comunque fatto sì che il conto da pagare non fosse ancora più salato, considerato che il cosiddetto re dello spam, Sanford Wallace, era stato a suo tempo condannato a pagare 234 milioni di dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Condannato a due anni e mezzo di carcere il re dello spam

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il genere di applicazioni che utilizzi di più sul tuo smartphone (o sul tuo tablet)?
Calendari
Giochi
Grafica
Informazioni
Internet (accesso, condivisione, ecc.)
Messaggistica
Social network
Utilità (viaggi, cucina, ecc.)

Mostra i risultati (1971 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics