La tequila in altoforno

Il diamante artificiale è costoso e difficile da produrre, ma forse il futuro dei semiconduttori è nel film in carbonio purissimo e anche il liquore nazionale messicano potrebbe avere la sua importanza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2008]

tequila

Tutti conoscono almeno di nome la tequila, un distillato tipico prodotto in Messico a partire da una specifica qualità di agave; la qualità commerciale del liquore si rapporta alla percentuale del distillato in rapporto ad altri componenti, principalmente sciroppi derivati da canna da zucchero o mais.

Stupisce perciò non poco quanto riportato dalla serissima rivista NewScientists che dà notizia di quanto realizzato nell'ambito dell'università di Nueva Léon relativamente alla produzione di diamanti artificiali da utilizzare in ambito industriale e segnatamente in elettronica.

Per quanto attiene quest'ultimo settore, è noto che la tecnologia dei semiconduttori basati sul silicio sembra arrivata al capolinea; migliori prospettive si aprono considerando l'impiego di film a base di carbonio, prodotti in ambienti controllati, con l'impiego di alte temperature e pressioni elevate e strutturalmente in grado di sopportare stress termici in misura assai superiore.

Tornando a quanto pubblicato da NewScientists, diverse difficoltà legate alla temperatura e alla lentezza dell'accrescimento della pellicola sarebbero in via di soluzione mediante un additivo catalizzatore quanto meno insolito e cioè la normale tequila.

Per ora non è stato chiarito il meccanismo che permetterebbe di legare tra di loro materiali organici in apparenza assai eterogenei; ma non vanno forse dimenticate le nozioni di base della chimica organica, per cui zucchero ed alcool sono in definitiva prodotti derivati da trasformazioni del carbonio stesso.

Pare che la sperimentazione prosegua con l'utilizzo di altre bevande ad alta gradazione alcoolica; la vera incognita a questo punto resterebbe la corretta gestione in magazzino della... materia prima.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

sopratutto c'è il rischio che degli aclolisti si mettano apposta sul bordo della ciminiera. Leggi tutto
27-6-2008 19:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (699 voti)
Ottobre 2019
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Tutti gli Arretrati


web metrics