Ruba l'identità alla figlia per fare la cheerleader

Una donna di 33 anni s'iscrive alle superiori e si fa passare per la figlia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-09-2008]

Cheerleader furto d'identità

Ora sostiene di averlo fatto perché non ha mai avuto una vera infanzia e voleva indietro il tempo perduto: per questo ha finto di essere la figlia e si è iscritta alle superiori, dove avrebbe voluto prendere il diploma e diventare una cheerleader.

Per un breve periodo la cosa ha funzionato; mentre la figlia viveva in un altro stato con il padre, Wendy Brown le ha rubato l'identità e si è iscritta alla locale scuola superiore, dove ha anche iniziato il corso di cheerleader.

Secondo una degli impiegati della scuola, la donna trentatreenne appariva più vecchia di una studentessa "vera", ma si comportava proprio come un'adolescente timida.

I dubbi - e le indagini - sono iniziati dopo che Wendy Brown ha smesso di seguire i corsi dopo il primo giorno; è stata così scoperta la vera identità della donna, che ha una storia di furti d'identità alle spalle.

Ora si trova in attesa di giudizio; se verrà condannata, rischia fino a sei anni di prigione e una multa di 10.000 dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Ma col suo nome vero non poteva iscriversi? O era già diplomata? Non ditemi "perché aveva bisogno di sembrare che avesse 15 anni", perché prima o poi l'avrebbero guardata in faccia. (Tra l'altro, per scegliere le cheerleader, farrano dei provini, no?)
18-9-2008 23:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale di questi è il progetto (realizzabile) che cambierà di più le nostre vite?
L'accesso a Internet in tutto il mondo, tramite dirigibili o mongolfiere
Gli smartwatch
Le lenti a contatto con sensori e microcamera
L'hoverboard
L'auto che si guida da sola, senza pilota
Calico, contro l'invecchiamento o addirittura la morte
L'ascensore spaziale
I Google Glass
L'accesso a Internet in fibra ottica
Ara, lo smartphone modulare

Mostra i risultati (2059 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics