La Lego non sarà più l'unica a produrre i mattoncini

La Corte di Giustizia europea ha dato il permesso alla canadese Mega Blocks di vendere i propri mattoncini nel Vecchio Continente. Crolla un copyright tra i più longevi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-11-2008]

Lego perde l'esclusiva sui mattoncini Mega Blocks

La Corte di Cassazione italiana l'aveva già detto nel marzo di quest'anno, ora la Corte di Giustizia Europea ha espresso lo stesso parere: la Lego non ha l'esclusiva sui mattoncini omonimi.

La faccenda ha in realtà più di 10 anni di storia: nel 1996 la Lego aveva chiesto al registrazione dei mattoncini di plastica rossa come marchio comunitario, richiesta che era stata accolta nel 1999.

Subito, però, la società canadese Ritvik (ora diventata Mega Blocks), principale concorrente della Lego, aveva fatto ricorso e nel 2004 aveva ottenuto la cancellazione del marchio.

La Lego aveva dunque presentato un ulteriore ricorso contro quest'ultima decisione, ottenendo solo che venisse respinto una prima volta nel 2006 e, un'altra volta nel 2008, pochi giorni fa.

In tutto ciò la Cassazione italiana aveva dato ragione a Mega Blocks nel marzo scorso: la società canadese può da allora continuare a vendere i propri mattoncini (che si incastrano perfettamente con quelli danesi) nel nostro Paese e, adesso, anche in tutta Europa.

La Lego, d'altra parte, non ha alcuna intenzione di arrendersi e ha già annunciato un nuovo ricorso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

E' una vergogna! Leggi tutto
23-12-2008 17:41

Madonna quanti nostalgici delle Lego. Ammetterò che mi ci sono divertito tantissimo anch'io. Però adesso quando devo comprare qualche scatola di Lego per i miei figli mi diverto un po' meno: altro che alta tecnologia, costano uno sproposito, sono assolutamente al di fuori di ogni logica di mercato! Tant'è vero che le MegaBlocks, che... Leggi tutto
25-11-2008 01:48

Anche io avevo i Plastic City e devo dire che invidiavo un po' chi aveva i Lego, molto piu' raffinati. A quei tempi (ho 47 anni) pero' non esistevano ancora tutti i modelli odierni che un po' snaturano il classico 'mattoncino' con tutti i pezzi specializzati.
24-11-2008 19:44

ho 24 anni ma questo nome (TENTE) non mi dice niente di nuovo!! :D però nn ho mai avuto il piacere di giocarci.. i G.I. Joe ci giocava un mio amico e solo da lui ho potuto conoscerli... bè , nn avevo esattamente tutti i giochi di questo mondo da piccolo .. padre un pò avaro :lol: Leggi tutto
24-11-2008 13:48

bellissimi lego! Leggi tutto
24-11-2008 11:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (2111 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 agosto


web metrics