Si dichiara single su Facebook, il marito l'ammazza

Condannato all'ergastolo in Gran Bretagna il marito che aveve ucciso la moglie perché si era dichiarata single su Facebook.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2009]

E' stato condannato all'ergastolo l'inglese quarantunenne aveva ha ucciso la moglie ventiseienne, dalla quale si stava separando, perchè aveva cambiato il proprio status, su Facebook, da "sposata" a "single".

L'uomo l'aveva uccisa nella casa dei suoi genitori, in preda a un raptus di collera, dopo aver scoperto la novità. Si tratterebbe già del secondo caso simile in un anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Infatti, ma io non ho parlato di serietà :roll: Certo che non è gente che cerca cose tranquille. Leggi tutto
29-1-2009 18:19

e questo ti da il senso di quanto sta gente cerca una cosa seria :madai: Leggi tutto
29-1-2009 16:59

Non credo che il fatto di mettere se si è sposati cambi le cose, tanti uomini e donne anch'io generalizzo sono più propensi a chattare con donne o uomini sposati più che con quelle single. Leggi tutto
29-1-2009 15:18

sei sposato??????????????????????? :shock: :shock: :shock: :shock: [scusate ma la battuta su LUIsoloLUI era già stata usata troppo e ho dovuto creare un diversivo] a parte gli scherzi anche io concordo...qui il punto non è facebook... il punto è molto più tragico e si masconde nella psiche di molti uomini (ho detto molti...non ho... Leggi tutto
29-1-2009 04:17

Quoto pienamente tuSoloio (Parcondicion) :D Allora anch'io non ho messo sposato, dite che devo preoccuparmi di qualche gesto inconsueto da parte di mia moglie? :shock: Leggi tutto
26-1-2009 23:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cos'è più rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (2312 voti)
Gennaio 2022
Nvidia e Arm, l'accordo è vicino a saltare
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 gennaio


web metrics