Le intercettazioni di destra e di sinistra pari sono

Berlusconi farà anche battute stupide, ma sul fatto che l'archivio Genchi costituisca uno dei maggiori scandali non ha torto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2009]

berlusconi

Silvio Berlusconi fa ridere e discutere il Paese con le sue battute: da quelle inverosimili e incredibili (ma vere) sul fatto che un calo del 2% del Pil non sia drammatico perché saremmo ricchi come due anni fa, all'ultima di dubbissimo gusto sugli stupri.

Dove non ha tutti i torti, invece, è quando parla del'archivio "Genchi". Questo nome viene dal vicequestore (in aspettativa) Gioacchino Genchi, consulente telematico del giudice De Magistris, che avrebbe raccolto 350.000 intercettazioni e più di un milione di numeri inseriti in centinaia di migliaia di tabulati.

Tra le persone intercettate ci sarebbero Prodi, lo stesso Berlusconi, numerosi magistrati, tanti responsabili della polizia e dei servizi segreti, ma anche cardinali, parlamentari, ministri e tantissimi comuni cittadini caduti nella rete di Genchi.

Berlusconi minaccia di lasciare l'Italia se dovesse uscire qualcosa da queste intercettazioni. Questa è probabilmente l'ennesima "sparata" del premier per difendere i propri interessi, ma su almeno una cosa ha ragione: si tratta di uno scandalo gravissimo, al pari dello scandalo Telecom Italia di Tavaroli e compagnia, o del famoso scandalo Sifar denunciato dall'Espresso negli anni '60.

Certamente è facile rilevare la differenza di comportamento tra come Berlusconi e i giornali a lui vicini (il Giornale e Libero) trattarono la vicenda Telecom Italia: difendendo a spada tratta Tronchetti Provera e i suoi poliziotti privati, giustificando le deviazioni dell'apparato dei servizi segreti in nome dell'interesse supremo della lotta al terrorismo internazionale.

Oggi quelli del centrodestra si scandalizzano ma, al di là delle ipocrisie e delle incoerenze e delle contraddizioni, chi può dare loro torto? Che diritto aveva il giudice De Magistris di incaricare un poliziotto in aspettativa, anziché carabinieri e polizia in servizio, permettendogli di compiere intercettazioni a tutto campo?

Oltre tutto per questo incarico venne pagato con centinaia di migliaia di euro con soldi pubblici e le intercettazioni riguardarono anche soggetti che si occupano della sicurezza e soggetti che non sarebbe permesso intercettare, come i parlamentari.

Decine di migliaia di cittadini furono intercettati, un po' come faceva la Stasi nella Ddr comunista o l'Ovra nell'Italia di Mussolini. Con questo archivio privato, custodito senza rispettare i criteri della privacy, si corre il rischio che venga usato per ricatti, al di là delle intenzioni di Genchi e di De Magistris, che pure volevano agire in nome del bene supremo della lotta alla corruzione e alla criminalità.

Non esistono intercettazioni (di massa, indiscriminate ed eccessive) buone perché volute dalla sinistra e contestate dalla destra; né analogamente esistono intercettazioni buone perché volute dalla destra e contestate dalla sinistra.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Genchi reintegrato in Polizia dopo radiazione per Facebook

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 95)

I Delinquenti hanno paura delle intercettazioni! Leggi tutto
13-5-2012 14:02

L'importante sarebbe distinguere tra i bravi e non bravi. Se Berlusconi vuole vietare ai giornali di fare i nomi dei magistrati è proprio per questo: se la gente non conosce i nomi non solo non sa chi sono i colpevoli, ma non sa nemmeno chi difendere. Ma è un'altra storia. Leggi tutto
18-4-2009 20:41

Non mi riferisco solo a quel magistrato che ci ha messo anni per non scrivere una sentenza che mandava in libertà mafiosi, o quei magistrati che hanno ostacolato de magistris in quella procura, oppure quelli che partecipano ad ogni commissione esaminatrice di concorsi, di consulenza e di tutto quello che si può fare al di furoi della... Leggi tutto
17-4-2009 22:55

Sarebbe, oltre che giusto, assolutamente normale per qualsiasi democrazia, quindi in Italia non accadrà. Quanto a tornare a fare il suo lavoro, non credo accadrà: nessuno si azzarderà a fare il magistrato seriamente, in Calabria, come ha fatto De Magistris, quindi nessuno si servirà di Genchi. Se Genchi sarà di parola però vedremo i... Leggi tutto
17-4-2009 19:38

Sarebbe giusto vedere i giornali e tg che riportano tale notizia, così come hanno fatto quando Genchi era "sospettato" e tutti gridavano ai quattro venti della sua sicura al 100% colpevolezza. A prescindere, visto che alla fine Genchi era una pedina importante, non dannosa, mi chiedo se dopo tutto sto putiferio tornerà a fare... Leggi tutto
17-4-2009 17:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2365 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics