Noemi Letizia: "Mi hanno rubato la password di Facebook"

L'amica di Berlusconi ora dice di "avere paura": qualcuno si starebbe spacciando per lei su Facebook e su Messenger.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2009]

Rubate password Facebook Messenger Letizia Noemi

Il "caso" di Noemi Letizia - di cui abbiamo parlato anche noi non tanto per la vicenda in sé quanto per i risvolti sulle politiche delle Rete - sembra non riuscire a sgonfiarsi: l'ultima novità è il furto delle password che la ragazza usava per accedere a Messenger e Facebook.

Secondo l'avvocato della famiglia Letizia, le password "sono state intercettate e sul web c'è chi le sta usando".

Che qualcun altro si spacci per la ragazza, scrivendo a suo nome, è un dato di fatto, tant'è che la Noemi originale dice di aver paura: "Non posso uscire e ora non posso nemmeno dialogare in rete con i miei amici. Anzi, mi trovo a firmare messaggi che non sono scritti di mio pugno".

Che qualcuno abbia "intercettato" le password è invece un'ipotesi dell'avvocato, buona come un'altra in quanto non verificata: quanta gente usa password banali che chiunque, con un minimo di ricerca, può indovinare?

Già qualcuno parla di "attacco informatico", di hacker (o cracker che sia) e di sicurezza della Rete. Onestamente sembra più probabile che si tratti di un ennesimo caso di "trascuratezza informatica", da segnalare perché utile come promemoria.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

:lol: :lol: :lol: Questa è veramente bella :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
3-6-2009 10:45

Show business Leggi tutto
2-6-2009 18:44

Probabilmente, chi ha intercettato la password di Noemi, ha già provveduto a rendere vano qualsiasi tentativo di cambiare la password. Cambiando a sua volta la domanda segreta. :lol: Così Noemi non sa cosa deve rispondere per poter modificare. Mi suona, però, strano che, una persona con i suoi appoggi, non riesca a contattare... Leggi tutto
30-5-2009 18:30

Ma l'articolo parlerebbe non di smarrimento di password, bensì di furto di password. Se la qualcunaltro sta usando la sua password (sia perché è stata intercettata o indovinata), non basterebbe cambiarla? E non sarebbe una cosa da fare all'istante?
30-5-2009 16:06

le femmine che hanno la fortuna di avere l'imene di gomma e di potersi spacciare per vergini possono fare carriera negli ambienti con riti occultistici(vedi mausoleo non cristiano di berlusconi)
29-5-2009 19:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2552 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics