Tarek Ben Ammar, il 191 è suo?

Telecom Italia sta inviando i responsabili del 191 in Tunisia: si tratterebbe di un progetto di delocalizzazione delle attività nel Paese di uno dei maggiori azionisti di Telecom.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-06-2009]

Tarek Ben Ammar è un grande amico di Afef, un produttore cinematografico e televisivo, un miliardario amicissimo di Berlusconi, tanto da consigliargli di prendersi una nuova moglie. Ma soprattutto è uno dei maggiori azionisti di Telecom Italia.

Sono suoi, magari insieme alla Almaviva di Alberto Tripi, i call center che Telecom intende aprire in Tunisia?

Sembrerebbe così, visto che da qualche settimana i responsabili regionali del 191 (il servizio di assistenza clienti business di Telecom Italia) si stanno avvicendando in missioni di lavoro, non solo per il sole e il mare nella terra del presidente Ben Alì, dove da anni la famiglia Tripi gestisce attività di call center.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Ben detto.....:clap:. Leggi tutto
25-6-2009 20:11

Non c'è limite la peggio, Alberto Tripi e pappa e ciccia con Prodi, mentre Tarek Ben Hammr lo è con Berlusconi. Qui non è dalla padella nella brace, ma dal Forno crematorio alla bocca del vulcano! :evil:
25-6-2009 10:27

Già esistono, in Romania, Albania, ... Leggi tutto
25-6-2009 09:37

Delocalizzazione? Migliaia di tunisini parlano l'italiano Leggi tutto
24-6-2009 11:58

Tutto si può fare, grazie alla massa di xxglioni italiani.... Ognuno per se, e gli altri crepino. Ecco i risultati. Leggi tutto
24-6-2009 11:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2887 voti)
Luglio 2024
La Marina tedesca cerca una soluzione per sostituire i floppy da 8 pollici
WhatsApp, arriva la trascrizione automatica dei messaggi vocali
10 miliardi di password rubate e pubblicate in chiaro
Copilot si aggiorna e diventa inutile
La super SIM cinese con processore RISC-V
Giugno 2024
Tim al capolinea: dal 2 luglio la Rete non sarà più sua
Gli USA mettono al bando Kaspersky
Windows 11, l'ultimo aggiornamento è infestato da bug
Il viaggio verso Marte rischia di devastare i reni degli astronauti
2030, Mastercard elimina il numero della carta di credito.
HP, un BIOS difettoso rende inutilizzabili i ProBook
Adobe, utenti in rivolta contro i nuovi Termini d'Uso
Napster compie 25 anni
Tre libri
Maggio 2024
Chatbot, fallimenti a ripetizione
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 luglio


web metrics