Anche OLPC XO-3 è un tablet ma costa solo 75 dollari

Il prototipo monta Android, è touchscreen ed è basato sul processore Marvell Armada.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2010]

Olpc tablet XO-3 Marvell Moby Armada Negroponte

Il prossimo modello di laptop del progetto OLPC - il portatile XO-3 - arriverà entro la fine del 2012: a prometterlo è Nicholas Negroponte, il quale però annuncia che già alla fine di quest'anno, o al più tardi all'inizio dell'anno prossimo, presenterà un prototipo.

Il prossimo XO costerà 75 dollari come promesso e sarà sviluppato insieme a Marvell sulla base della piattaforma Moby prodotta da quest'azienda; avrà un processore Marvell Armada 610 da 1 GHz, supporterà Wi-Fi 802.11n, Bluetooth, radio Fm e disporrà di un modulo Gps e di una tastiera virtuale.

Questo hardware permetterà di visualizzare i video Full HD (1080p) e supporterà Adobe Flash 10.1; XO-3 disporrà di 2 webcam, schermo touch da 9 pollici e nelle intenzioni non consumerà più di 1 Watt.

I prototipi che appariranno tra il 2010 e il 2011 monteranno con ogni probabilità Google Android ma, secondo Negroponte, il modello definitivo disporrà di una propria distribuzione personalizzata di Linux.

L'obiettivo dell'ideatore del progetto OLPC è fondere in un unico dispositivo le caratteristiche di un laptop, dell'iPad e del Kindle, costruendo un apparecchio praticamente indistruttibile completamente in plastica; anche per questo XO-3 dovrà disporre di uno schermo adatto per essere usato sia al chiuso che all'aperto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

ah, ecco! a questo punto potevano anche dire che sarà venduto a 5 dollari, tanto nessuno sarà più qui a verificare.... :malol: Leggi tutto
31-5-2010 13:49

ma figuriamoci, si parla del 2012.....
31-5-2010 13:19

Infatti, la disparità di prezzo è veramente assurda: senza dubbio a 150 € farebbe il fumo, è per questo che la cosa non mi quadra affatto... :?:
31-5-2010 13:01

Gli altri sono SICURAMENTE dei fetenti, ma anche Negroponte non è un benefattore sicuramente, se non altro perché farà perdere tempo "giocando" a gente che non riesce a mettere ancora, con sicurezza, il pranzo con la cena. Ai poteri forti fa comodo gente alienata che passa tutto il tempo davanti ai videogiochi, invece di... Leggi tutto
31-5-2010 12:51

{pippolo}
i tonti della mela ... Leggi tutto
31-5-2010 11:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (933 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics