Telecamere e asili: la doppia morale di Del Debbio

Il consigliere culturale di Berlusconi si scaglia contro le intercettazioni ma chiede le telecamere negli asili nido.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-11-2010]

asilo

Paolo Del Debbio, già deputato di Forza Italia, di cui è stato uno dei fondatori e ideologi, e oggi opinionista delle reti Mediaset, è considerato uno dei consiglieri più ascoltati da Silvio Berlusconi.

Sul Giornale e su Libero tante volte si è scagliato contro le campagne scandalistiche che investivano il premier, dichiarandosi "schifato" per l'intrusione nella vita privata di Berlusconi che veniva data in pasto all'opinione pubblica.

Sempre sugli stessi giornali, Del Debbio è stato un sostenitore della necessità di mettere un freno alle intercettazioni da parte della magistratura perché soffocherebbero e impedirebbero di fatto la libertà di parola e di comunicazione degli italiani al telefono.

Tutto bene, se non fosse che oggi lo stesso Del Debbio - in seguito ai noti fatti di cronaca su violenze che sarebbero (forse) accadute in un asilo nido privato di Pinerolo, fatti al vaglio della magistratura - si dichiari favorevole all'installazione generalizzata di videocamere negli asili nido, con la registrazione continua e completa della vita dei bambini all'interno, trasformati precocemente e involontariamente in protagonisti di una sorta di Grande Fratello.

Ma non stiamo parlando di telecamere installate su ordine dei giudici, da parte delle forze dell'ordine, sulla base di denunce formali e circostanziate contro abusi, come quelle che alcuni operatori stessi dell'asilo avevano presentato insieme a genitori dei bambini e che hanno documentato abusi in altri casi.

Si tratterebbe invece di un sistema ordinario di videoregistrazione, volto a calmare e a tranquillizzare lo stato d'animo apprensivo delle madri, magari alimentato a fini di share dagli stessi media in questi giorni.

Fare di ogni asilo un piccolo set, dove magari si possa realizzare una piccola Avetrana a cui far seguire talk show e processsi in diretta, sembra essere il sogno nascosto di certi opinionisti tv.

Ma questo sogno cozza terribilmente con le loro stesse battaglie politiche in nome della privacy e della libertà.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 23)

Ma chi se ne frega di un orfano? (secondo il tuo ragionamento) Leggi tutto
22-11-2010 11:55

Magari è meglio restare dove si sta male e cercare di stare (e far stare) meglio... Leggi tutto
22-11-2010 11:52

Che strano modo di ragionare! Tu non vedi due problemi da risolvere, entrambi gravi sia pure in misura diversa (anche i danni psicologici che possono venire a un bambino sono gravi ed irreversibili e destinati a segnare una vita, non meno di una morte o una invalidità per iuncidente sul lavoro!), ma siccome ci sono problemi più gravi... Leggi tutto
22-11-2010 11:49

Politici Leggi tutto
19-11-2010 17:07

Ma sì, cavalchiamo anche quest'altra tristissima pagina di storia dell'imbarbarimento del nostro Belpaese a fini elettorali, magari ponendo anche le basi per un nuovo show-biz televisivo ad uso e consumo del Padrone... E il bello è che ancora oggi, dopo tutto lo squallore inverecondo che ci ha sommersi e che ci ha messo alla berlina... Leggi tutto
19-11-2010 13:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai inviato Sms o messaggi o email a un tuo familiare mentre entrambi eravate a casa?
No, mai.
E' successo una o due volte.
Ogni tanto capita ma non è mia abitudine.
Lo faccio regolarmente.

Mostra i risultati (1636 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics