Google Instant Previews falsa le statistiche

Ogni anteprima conta come una visita, e le statistiche vanno a farsi benedire. Anche quelle di Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-11-2010]

Google Instant Previews falsa le statistiche

La funzione di Anteprima Istantanea, recentemente introdotta da Google può anche avere una sua utilità ma certamente rischia di creare qualche difficoltà ai webmaster.

Per mostrare la preview di un sito, infatti, il sistema ha due strade: pescare dalla propria cache - se disponibile - o, se questa è vuota, contattare direttamente il sito e generare l'anteprima "al volo".

Il guaio è che così facendo i contatori delle visite incrementano di una unità il proprio conteggio: moltiplicando questo comportamento per tutti gli utenti del motore di ricerca si ottengono statistiche - anche quelle generate da Google Analytics - che possono essere pesantemente falsate.

Google è consapevole del problema e, per bocca di uno sviluppatore, ha promesso una soluzione per evitare che ciò accada, ma ci vorrà del tempo.

Nell'attesa i webmaster possono comunque intervenire grazie al fatto che Anteprima Istantanea utilizza un proprio user agent (specificato nelle FAQ del servizio), che può dunque essere filtrato per non farlo rientrare nel conteggio delle visite.

Tutto ciò crea però un'ulteriore problema di cui i webmaster dovranno occupari: generare "al volo" un'anteprima utilizzando uno user agent diverso da quello del Googlebot comporta la possibilità che venga incluso del contenuto che il file robots.txt impedisce di rilevare al Googlebot, ma non a Instant Previews.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{umby}
google......ultimamente sta creando non pochi casini. Mio parere, e' che si sono montati un po' troppo la testa, e credono di essere degli Dei!
23-11-2010 22:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1331 voti)
Giugno 2020
Windows 10, il nuovo Edge ha iniziato a rimpiazzare il vecchio
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Tutti gli Arretrati


web metrics