Amazon apre in Italia

Amazon.it apre i battenti. Vende CD, DVD, libri, videogiochi ed elettrodomestici, ma non il Kindle.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-11-2010]

Amazon.it apre Italia Kindle Amazon Prime libri

A meno di una settimana dall'apparizione degli slogan pubblicitari, la versione italiana di Amazon ha aperto i battenti.

La presentazione è affidata a una lettera di Jeff Bezos, CEO di Amazon, il quale ricorda che la prima consegna italiana da un magazzino americano risale al lontano 3 agosto 1995.

Amazon Italia offre libri, musica, film, prodotti di elettronica, di informatica, giocattoli, elettrodomestici e orologi: grande assente è il Kindle come pure la possibilità di scaricare contenuti multimediali (MP3, film e così via), ma probabilmente si tratta solo di una questione di tempo.

In occasione dell'apertura su oltre 2 milioni di libri viene praticato lo sconto del 30%. Sopra i 19 euro la spedizione è gratuita mentre a 8 euro è possibile ottenere l'invio a 24 ore.

C'è poi la possibilità di sottoscrivere Amazon Prime: in cambio di un abbonamento annuale pari a 9,99 euro si può ottenere la spedizione gratuita in due o tre giorni su milioni di articoli.

"Questo è solo l'inizio" scrive Bezos nella sua lettera: prossimamente vedremo che cosa abbia in serbo il negozio online più famoso, finalmente giunto nel nostro Paese.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Amazon apre un nuovo centro in Italia

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Per ora manca una sezione fondamentale per me: quella dell'usato. Da Amazon.co.uk compro CD anche ad un centesimo certe volte, qui secondo me non la vedremo mai una cosa del genere, sia per la scarsità dei rivenditori "privati" che useranno un'eventuale funzione del genere, sia per l'elevato prezzo dei CD in Italia che non... Leggi tutto
24-11-2010 23:07

Le spese di spedizione mi paiono accettabili (€2,40), quanto al vettore è lo stesso usato da Amazon UK. Fortunatamente nella mia zona tutti i postini e corrieri vari sembrano essere gente perbene e non si è mai perso né rovinato nulla. Leggi tutto
24-11-2010 18:15

Finalmente anche in Italia, peccato non ci sia la roba che mi interessava maggiormente...
24-11-2010 17:11

Straquoto in pieno, scelta peggiore per il corriere non poteva essere sicuramente fatta: e purtroppo, come immaginavo, i prezzi sono italioti... :twisted:
24-11-2010 15:27

Aspettiamo a parlare di prezzi. Aspettiamo di vedere le spese di spedizione, dopo il primo mese gratuito. Lasciate passare un mese e le feste natalizie, e magicamente, Amazon.it imparerà subito a comportarsi da italiana. :twisted: Se poi dite che già i prezzi non siano il massimo, figuratevi... Tra l'altro, sembra che Amazon.it... Leggi tutto
24-11-2010 14:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (349 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics