Android e Chrome OS si faranno concorrenza

Chrome OS partirà dai tablet ma conquisterà anche smartphone e televisori.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-12-2010]

Google Chrome OS Android

Confusione e notizie contraddittorie provengono dal Googleplex sui tempi di rilascio di Chrome OS, il nuovissimo sistema operativo che la multinazionale americana potrebbe già proporre ai tester già a partire dal mese di dicembre.

Mentre Eric Schmidt aveva dichiarato che sarebber arrivato "nei mesi prossimi", il New York Times afferma che un netbook marchiato Google e governato da Chrome OS vedrà la luce già entro l'anno corrente, forse inoccasione delle prossime festività.

Ovviamente la macchina sarà costruita da terzi, come è accaduto per il Nexus One. Secondo la rivista online TechCrunch il netbook dovrebbe debuttare in due versioni che si chiameranno rispettivamente "Mario" e "Andretti", a rimarcare la velocità del bootstrap che non dovrebbe prendere più di qualche secondo.

Sempre il New York Times sostiene che il vicepresidente Linus Upson, responsabile dello staff di ingegneri che cura il progetto Chromium, afferma che il futuro sistema operativo sarà compatibile persino con i televisori oltre che con gli smartphone e i tablet, cioè l'hardware per cui è stato concepito e sviluppato.

Tutto ciò non fa altro che dimostrare (ammesso che ne sia ancora bisogno) che ormai gli estremi si toccano e che le diaboliche "macchinette" portatili di ultima generazione sono ormai computer a tutti gli effetti indipendentemente dallo schermo in uso e dal dispositivo di input, sia esso mouse pennetta o tastiera, non importa se fisica o soltanto virtuale, a caratteri alfanumerici o icone.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che lavoro fai?
Agente di commercio
Operaio
Personale medico
Dirigente - Funzionario
Libero professionista
Forze Armate / Guardia / Vigile
Insegnante
Pensionato
Studente
In cerca di occupazione
Casalinga
Commerciante
Imprenditore
Artigiano
Ecclesiastico
Impiegato

Mostra i risultati (4618 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics