Wikileaks scompare anche dall'App Store

Apple rimuove l'applicazione che permetteva di accedere alle rivelazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-12-2010]

Apple rimuove Wikileaks app

È durata solo qualche giorno la presenza di un'applicazione dedicata a Wikileaks sull'App Store di Apple.

Il 17 dicembre era infatti apparsa - e venduta a 1,99 dollari - un'app che permetteva di visualizzare i tweet ufficiali di Wikileaks e consultare i contenuti del sito.

Non si trattava insomma di un'applicazione particolarmente elaborata o in grado di fornire "valore aggiunto" alle rivelazioni di Wikileaks, che oltretutto forniva a pagamento mentre tramite altre vie sono disponibili gratuitamente.

Igor Barinov, lo sviluppatore, aveva anche spiegato che l'app era un modo per sostenere Wikileaks: del prezzo di vendita 60 centesimi finivano a Apple, 30 restavano a lui e il dollaro rimanente era destinato proprio a Wikileaks.

Ora l'app è stata rimossa, ma non vi sono spiegazioni per la sua sparizione, per cui si possono soltanto avanzare delle ipotesi.

La prima potrebbe essere quella più semplice: Apple avrebbe preferito rimuovere un'applicazione "controversa".

La seconda prende in considerazione l'ipotesi che l'app sia stata tolta perché chiedeva dei soldi per fornire informazioni gratuite mentre Wikileaks è un'organizzazione non-profit e non sia un'app ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Ah perchè non lo era??? :shock: :shock: :shock: Leggi tutto
2-1-2011 19:06

{utente anonimo}
Chi ha l'installus può scaricarlo ancora liberamente alla faccia dei bavagli , chi pensava di conquistarsi la libertà con un iPhone è un povero illuso
24-12-2010 13:29

Ci sono mai state grosse differenze negli ultimi anni? :P Non so.. di ipotesi se ne posson far tante, ma sicuramente questa notizia farà sorvolare un gran polverone tra i sostenitori di wikileaks che non mancheranno di mandare frecciate anche ad apple ora. Leggi tutto
24-12-2010 01:32

...Oppure Apple sta diventando come Microsoft?
23-12-2010 11:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1517 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics