SIM false Telecom, la genesi della vicenda

Le radici della vicenda delle SIM false affondano in un malcostume diffusosi negli anni '90.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-03-2011]

Telecom SIM false

Oggi la magistratura indaga sullo scandalo delle SIM false: per le sue dimensioni così vaste, per la violazione delle leggi sulla privacy e sulla sicurezza, per l'impatto sul titolo di Telecom Italia rappresenta un caso unico, forse.

In realtà, durante la gestione di Riccardo Ruggiero, Telecom Italia fu più volte già multata dall'Agcom per milioni di euro in totale: erano casi di ADSL attivate a persone ignare o, addirittura, in zone non coperte; servizi su telefonini e telefoni fissi mai richiesti e ugualmente attivati a decine di migliaia di clienti; soprattutto, decine di migliaia di videotelefoni o cordless consegnati e addebitati a clienti che mai li avevano richiesti.

Non a caso, una delle prime preoccupazione del capo dei call center successivamente alla gestione Ruggiero-Tronchetti, Carlos Lambarri, è stata quella di ribadire pubblicamente, in tutte le sedi, agli operatori dei call center interni ed esterni che si doveva "giocare pulito" e ottenere "risultati puliti"; in effetti non si sono più verificati abusi così numerosi e diffusi.

All'origine di tutto c'è un malcostume purtroppo diffusosi negli anni '90 nell'allora SIP, che anche i concorrenti del gestore dominante hanno quasi subito imitato.

Negli anni '90 la SIP lanciò la Carta di credito telefonica, che non prevedeva canone fisso e i cui costi, in caso di utilizzo, erano addebitati sulla bolletta.

È ormai un dato abbastanza acquisito che una buona parte delle carte di credito SIP, come anche i servizi telefonici supplementari e la Memotel (segreteria telefonica centralizzata), furono attivate a decine di migliaia di clienti ignari i quali, non dovendo pagare nulla, neanche oggi sanno niente; l'eventuale reato, inoltre, è andato da tempo in prescrizione.

È questo malcostume a livello di dirigenza che è poi degenerato clamorosamente nell'attuale vicenda delle SIM false.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (5)

E in funzione degli "splendidi" risultati si aumentano in modo abnorme gli emolumenti andando a devastare ulteriormente i bilanci delle aziende per cui lavorano. :twisted: :twisted: :twisted: Leggi tutto
17-3-2011 11:07

niente di nuovo ... i soliti gestori imbroglioni e ladri
15-3-2011 21:41

Non è solo questione di soldoni, dato che i signori manager con questi metodi spacciano risultati eclatanti (tot abbonamenti, tot attivazioni ecc.) e fanno lievitare il valore del titolo sulla base di un parco clienti clienti gonfiato artificialmente invece che sugli effettivi risultati finanziari.
15-3-2011 19:54

{Yargo}
commetti pure crimini, tanto c'è la prescrizione! Leggi tutto
15-3-2011 17:36

Cioè tradotto vuol dire che si indaga OGGI su possibili reati ormai andati in prescrizione? Se è così, allora mi sa che perfino l'Angelino ha ragione (un pochettino) :cry:
15-3-2011 15:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1298 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics