L'Enciclopedia Treccani alla conquista del Web

Il portale rinnovato ospita più di 300.000 voci e un motore semantico che facilita le ricerche. I contenuti, per ora, sono gratuiti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-03-2011]

Treccani online portale rinnovato gratuito 150

L'Enciclopedia Treccani festeggia i 150 anni dell'Unità d'Italia regalando sé stessa nella versione online completamente rinnovata.

"Dall'enciclopedia italiana passiamo all'enciclopedia degli italiani, disponibile a tutti" ha spiegato Francesco Tatò, amministratore delegato della Treccani, presentando il nuovo portale.

I visitatori - attualmente circa 25.000 ogni giorno - vengono accolti da 300.675 voci tra lemmi e vocaboli (per la precisione 150.000 voci provengono dall'enciclopedia, 127.000 dal vocabolario e 25.000 sono biografie).

Il sito è stato realizzato, investendo due milioni di euro, grazie all'aiuto di Liquida (portale del Gruppo Banzai), il quale ha realizzato il motore di ricerca semantico interno.

I contenuti non sono composti esclusivamente da testo ma sono presenti anche immagini e video. Rispetto a Wikipedia - spiega ancora Tatò - il punto di forza di quest'iniziativa è il controllo rigoroso sulle voci, che dovrebbe mettere al riparo dagli errori e dalle imprecisioni talvolta presenti nell'enciclopedia collaborativa.

Il lavoro è svolto dagli stessi redattori del Dizionario e dell'Enciclopedia cartacea: non c'è una redazione separata per il web perché l'intento di Treccani è di non considerare le due realtà come separate (o addirittura l'una inferiore all'altra), ma complementari.

Esiste poi uno spazio dedicato agli utenti, una sezione community tramite la quale si può commentare e partecipare alla vita dell'enciclopedia online.

Per ora la consultazione di tutte le risorse messe online da Treccani è gratuita. Non è tuttavia escluso che in futuro si apra la strada a soluzioni di micropagamento, specie in considerazione del destino dubbio che attende l'edizione su carta: al momento la sua esistenza non è certo in discussione, ma un giorno potrebbe essere anche sostituita da un'unica edizione online.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Peccato, era uno dei siti più affidabili e pratici che uso tutti i giorni anche per lavoro... Una ricerca che prima sarebbe durata 1 secondo, adesso ne dura 10 col nuovo sito. Questa è incompetenza...
28-3-2011 15:23

Ehi Digi, scusa se arrivo in ritardo ma solo ora ho avuto tempo di visitare quello "splendore" che è la Treccani online (personalmente reputo il portale uno schifo inconsultabile, 2.000.000.000 - dico due miliardi, così facciamo anche un bel flash back sulle lire - di volte meglio wikipedia che sicuramente costa anche meno... Leggi tutto
26-3-2011 00:12

Se mai dovessero renderla a pagamento, io chiederò di essere emendato... ho la cartacea che prende un sacco di posto ed è costata ai tempi, uno sproposito! Voglio proprio vedere se non ho diritto a consultarla in rete a sbafo! :lol:
18-3-2011 14:56

credo facesse ironia :D Leggi tutto
18-3-2011 09:55

E Treccani non vuol dire tre cani...
16-3-2011 12:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (1997 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics