L'Agcom vuole copiare l'Hadopi, polemiche in rete

L'Agcom vorrebbe più poteri per combattere il copyright, anche scavalcando la magistratura.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-06-2011]

Agcom Hadopi pirateria Libro Bianco copyright

Presentando la relazione annuale Corrado Calabrò, presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha accusato gli italiani che navigano in Rete di farlo soprattutto per piratare, scambiarsi e usufruire illegalmente di contenuti multimediali coperti dal copyright.

Per questo motivo ha chiesto che possa partire al più presto una normativa che dia ampi poteri all'Authority per reprimere il fenomeno come fa l'analogo organismo francese, l'Hadopi.

Contemporaneamente all'esposizione della relazione di Calabrò, è stato presentato un Libro Bianco che contesta questa impostazione. Il testo è stato scritto a più mani da una quindicina d'autori e coordinato dall'avvocato Fulvio Sarzana.

Secondo tale Libro Bianco la normativa darebbe all'Autorità il potere di chiudere - se italiani - o rendere inaccessibili - se situati all'estero - interamente i siti accusati di violare il copyright.

Secondo l'avvocato Sarzana, un sito come Wikileaks potrebbe dunque essere reso inaccessibile qualora all'interno ospitasse anche file in violazione del diritto d'autore.

È la definizione stessa di violazione del copyright a essere troppo vaga: si può così prestare a numerosi abusi contro la libertà di espressione nella Rete.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Agcom approva il nuovo regolamento, ora la parola al Tar

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Posso affermare che funziona malissimo questo. Quando cerco riferimenti tecnici (spesso con copyright) trovo tante pagine "fotocopia". :roll: Più che altro cerca di indicizzare maggiormente quei siti che anno più pagine (per diverso motivo) indicizzate. Oppure scarta siti che con trucchi cercano di "scalare"... Leggi tutto
22-6-2011 20:36

So per certo che la tutela del copyright è gestita da Google per così dire "all'origine",nel senso che se una pagina risulta copiata da un'altra pagina coperta da © viene scartata dall'algoritmo di indicizzazione. Per esempio se una pagina è copiata da Ansa. Se invece sfugge allora ... :old: Leggi tutto
22-6-2011 13:27

I motori di ricerca principali, nella fattispecie Google, a richiesta dell'interessato, rimuove i link incriminati mentre pare che altri motori di ricerca tipo btjunkie non lo facciano o almeno questo mi è stato confermato dalla FIMI alla quale avevo girato la domanda. Leggi tutto
22-6-2011 13:16

Quoto totalmente!! Io contatterei Avaaz http://www.avaaz.org/it/it_internet_bavaglio/ :old: Leggi tutto
21-6-2011 09:58

Somalia, Afganistan, Iraq, Libia, ecc.. abbiamo usato la guerra come offesa alla loro libertà di Patria, per risolvere le controversie internazionali e questo non limitando la sovranità ma schiacciandola con le armi e non abbiamo assicurato la pace e/o la giustizia in TUTTI questi Stati. Del resto aiutiamo la NATO che non è una... Leggi tutto
20-6-2011 22:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3484 voti)
Gennaio 2021
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Tutti gli Arretrati


web metrics