The Pirate Bay semplifica l'accesso aggirando i blocchi

Un indirizzo IP non censurato restituisce la Baia dei Pirati a tutti i navigatori.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-05-2012]

the pirate bay blocchi

Nella partita a scacchi tra The Pirate Bay e i detentori del copyright, l'ultima mossa è toccata ai pirati della baia.

In questi giorni i provider britannici stanno provvedendo a bloccare il sito, imitando così quanto già fanno i loro colleghi in Belgio, nei Paesi Bassi e in Olanda a causa delle ordinanze ottenute dalle case discografiche e cinematografiche.

The Pirate Bay non è tuttavia rimasta a guardare e ha preso un'immediata contromisura, che vanifica i blocchi non solo nel Regno Unito ma praticamente ovunque, anche da noi.

Ha infatti attivato un nuovo indirizzo IP dal quale è raggiungibile: scrivendo direttamente nella barra di qualsiasi browser l'indirizzo 194.71.107.80, in un attimo si verrà accolti dal familiare galeone pirata.

Chiaramente la soluzione funzionerà sino a che qualcuno non otterrà una nuova ordinanza in base alla quale gli ISP dovranno bloccare anche quell'indirizzo; i pirati, tuttavia, hanno pensato anche a questo.

Sondaggio
Secondo te, sul copyright e il filesharing in Rete, che cosa proporrà il Governo Monti?
Una normativa equilibrata e rispettosa della libertà di comunicazione. - 3.4%
Si farà condizionare pesantemente dall'industria editoriale e multimediale, criminalizzando pesantemente il filesharing. - 65.3%
Non produrrà nessuna normativa in materia, perché impegnato in altro. - 22.9%
Proporrà un suo testo di legge ma farà decidere al Parlamento. - 8.4%
  Voti totali: 908
 
Leggi i commenti (6)

Quello raggiungibile all'indirizzo sopra indicato, infatti, non è il sito standard, ma una versione appositamente realizzata - e, se vogliamo, basilare - per essere compatibile con i moltissimi siti proxy che permettono di aggirare i vari blocchi imposti nei diversi Paesi.

«È realizzato in maniera tale che la gente che mantiene i proxy possa usare il nuovo indirizzo IP anziché doversi districare tra complicate riscritture di contenuti statici e roba del genere. Invece di puntare i loro proxy su thepiratebay.se dovrebbero puntare a quell'indirizzo» ha dichiarato un portavoce del sito a TorrentFreak.

Le differenze rispetto al sito principale stanno nel fatto che quello che risponde al nuovo indirizzo per esempio mostra solo i link ai file magnet e non dispone delle funzioni di login, registrazione, commento e upload, disabilitate per ragioni di sicurezza.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Un'infinità di modi per bypassare la censura

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

sostanzialmente TOR è imbloccabile.....proprio perchè puoi far fare da server a qualunque utente (io lo faccio spesso), e perchè il traffico può essere criptato affinchè non sia distinguibile da altro traffico.... Ovvio che questo lo fai solo quando c'è necessità.
14-6-2012 10:54

@ dany88: Teoricamente hai ragione su TOR, ma fino a quando? :roll:
14-6-2012 05:09

credo che TOR sia la soluzione con miglior rapporto semplicità\protezione. Lo apri, ti avvia il suo browser, digiti il sito, prendi il torrent, e lo apri con il tuo client, chiudi tor, fine.
13-6-2012 11:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanti cellulari hai cambiato negli ultimi cinque anni?
Nessuno, ho sempre lo stesso
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque
Tra sei e dieci
Più di dieci

Mostra i risultati (3384 voti)
Aprile 2020
Il Dns di Cloudflare guadagna il parental control
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics