Domini .it con l'accento

Da oggi nei nomi a dominio .it sono consentiti anche accenti e caratteri particolari. Implicazioni per la sicurezza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-07-2012]

domini it con accento

A far data da oggi pomeriggio (11 luglio) il Registro .it, che rappresenta una sorta di anagrafe di tutti i nomi di dominio recanti il suffisso .it, e che é gestito dall'Iit-Cnr, l'Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche, permette di registrare nomi con gli accenti come papà.it o caffè.it.

Si potranno quindi differenziare parole in base alla loro accentazione, come lèggere.it e leggère.it; inoltre viene permesso anche l'utilizzo di caratteri di uso comune in lingue straniere come ad esempio francese e tedesco quali la cediglia di garçon.it o la Eszett di straße.it.

Questa opportunità si chiama Internationalized Domain Name (Idn) e apre alla possibilità di registrare domini uguali: per esempio nomi e marchi che sino a ora, pur nella loro internazionalità, erano esclusi dal divide linguistico. Questo non capitava solo all'estero, ma anche nelle regioni italiane bilingue, come Valle d'Aosta e Trentino Alto Adige.

Le registrazioni saranno aperte a tutti i Paesi dello Spazio economico europeo (See), quali Islanda, Norvegia e Liechtenstein, nonché allo Stato della Città del Vaticano, alla Repubblica di San Marino e alla Svizzera.

Sondaggio
E' corretto utilizzare i social network in ufficio?
Sì, perché offrono numerose occasioni per migliorare la propria produttività.
Sì, perché sono strumenti validi per condividere opinioni lavorative con amici e colleghi.
Sì ma con moderazione: una pausa di cinque minuti ogni tanto allenta la tensione e migliora la produttività.
No, perché la commistione tra aspetti privati e professionali generata dall'utilizzo di questi strumenti potrebbe causare problemi sul posto di lavoro.
No, perché non è corretto scambiare opinioni relative a questioni lavorative attraverso i social media.
No, perché hanno un impatto negativo sulla produttività.
Non saprei.

Mostra i risultati (1908 voti)
Leggi i commenti (15)

Il passo successivo, così come dichiarato da Domenico Laforenza, direttore dell'Iit-Cnr e del Registro .it, sarà l'estensione degli Idn a tutte le ligue ufficiali dell'Unione Europea, così da abbattere ogni frontiera linguistica nella registrazione dei domini .it.

I nomi a dominio saranno accettati e registrati secondo l'ordine di arrivo delle richieste.

L'iniziativa è stata accolta molto negativamente da numerosi utenti, che prevedono un notevole incremento del typosquatting e del phishing.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 34)

Ma va! Per vendere tutte le porcate, anche le più assurde e fastidiose, sono ammesse e voi vorreste negargli un altro poco di (in)sano business...che cattivoni che siete! :wink: Leggi tutto
14-7-2012 15:25

dagli tempo di fare il tuning del kernel ;-) Mauro Leggi tutto
13-7-2012 13:29

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR :P "per ogni domanda esiste una risposta semplice, comprensibile, immediata e sbagliata" :-) Mauro Leggi tutto
13-7-2012 13:27

E se (ad oggi) provi a registrare un dominio con accento su Arubba ti dice che hai digitato dei caratteri invalidi.
13-7-2012 12:49

I siti svedesi! Una fiera di accenti strani :lol: Leggi tutto
13-7-2012 12:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (808 voti)
Febbraio 2019
WinRAR, falla vecchia di 14 anni minaccia 500 milioni di utenti
Blu-ray in declino, Samsung cessa la produzione di lettori
Chiavette USB per rilevare eventuali cyberattacchi
Microsoft chiede agli utenti di non usare Internet Explorer
Cassandra Crossing/ Colore viola addio
Microsoft: Non comprate Office 2019
Storia di un attacco informatico a una banca
Lasciate Facebook per un mese: vi farà bene
Windows Update irraggiungibile, ma torna a funzionare cambiando i DNS
Prosecco italiano sotto accusa: distrugge le colline da cui nasce
Gennaio 2019
Cassandra Crossing/ Truffati o indotti in errore?
La lavastoviglie compatta che lava i piatti in 10 minuti
Microsoft azzoppa Windows Media Player in Windows 7
Facebook vuole unificare Instagram, Messenger e WhatsApp
Windows Lite farà piazza pulita delle ''piastrelle'' nel menu Start
Tutti gli Arretrati


web metrics