Lexmark, addio alle ink-jet

Si stampa sempre meno e molti preferiscono le laser. Più di 1.700 persone perderanno il lavoro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-08-2012]

Lexmark addio inkjet

La diffusione di dispositivi mobili (smartphone e tablet in primis) che consentono di accedere ai dati da pressoché ogni luogo e il prezzo in discesa delle stampanti laser a quanto pare sta condannando a morte le stampanti a getto d'inchiostro.

La prima azienda a testimoniare questa situazione è Lexmark, la quale ha deciso di optare per una soluzione drastica: sospendere completamente la progettazione e la produzione di stampanti a getto d'inchiostro.

La decisione è stata presa a seguito di un trimestre che ha visto calare le vendite di questo tipo di prodotti del 35% e ha fatto registrare una diminuzione degli introiti pari al 61%.

Fino al 2015 l'azienda continuerà a fornire servizi, supporto e componenti per le ink-jet, ma già dal 2013 farà cessare la progettazione.

L'intento - a detta del CEO Paul Rooke - è focalizzarsi «su soluzioni software di valore più alto, e sinergie interne al'azienda continueranno a sostenere la crescita del gruppo».

Sondaggio
La sopravvivenza di alcune tecnologie "da ufficio" sarà messa a dura prova. Secondo te, quale tra queste non sopravviverà?
Le calcolatrici
Gli scanner
Gli schedari
I telefoni da scrivania
Le bacheche
I compact disc
I boccioni dell'acqua
I post-it
Le chiavette USB

Mostra i risultati (4822 voti)
Leggi i commenti (18)

Ovviamente la dismissione di un'intera divisione non è un'operazione indolore: infatti oltre 1.700 persone (pari a circa il 13% della forza lavoro complessiva di Lexmark) in tutto il mondo perderanno il lavoro, e lo stabilimento di Cebu, nelle Filippine, verrà chiuso.

Esiste ancora, tuttavia, la possibilità che posti di lavoro e prodotti si possano salvare almeno in parte: l'azienda sta infatti cercando acquirenti interessati all'intero ramo.

L'operazione dovrebbe portare Lexmark a risparmiare 85 milioni di dollari il prossimo anno, cifra che salirà a 95 milioni di 2015; ciò andrà a bilanciare i costi della dismissione, calcolati in 160 milioni di dollari per i prossimi tre anni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La stampante ad acqua, economica ed ecologica

Commenti all'articolo (1)

Non sono d'accordo che tablet e smarphone abbiano soppiantato la carta (d'altronde è duro a morire persino il fax..) semmai in certe aziende ne hanno ridotto l'uso ma soppiantare l'inkjet secondo me è prematuro. Le stampanti laser a colori (sul b/n ovvio che vince la laser già adesso) sono ancora costose, inoltre chi deve fare lavoro... Leggi tutto
5-9-2012 21:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1629 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics