In Prova: AVG Internet Security 2013 Business Edition

IL TEST DI ZEUS - Interfaccia rinnovata e gamma di caratteristiche ampliata per un prodotto veloce e affidabile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-10-2012]

AVG Internet Security 2013

AVG, puntuale all’appuntamento, presenta la nuova versione di Internet Security 2013: abbiamo testato la Business Edition, il prodotto più avanzato che gode, grazie a questa release, di un'interfaccia parzialmente ridisegnata che l’hanno resa, ove mai fosse stato necessario, ancora più elegante anche se, per certi versi, meno intuitiva.

Certamente un prodotto di questo tipo che, peraltro, rimane per la maggior parte del tempo nascosto e completamente trasparente all’utente, non va certamente giudicato per questa caratteristica. Infatti AVG non smentisce la sua fama in diversi settori, primo tra cui la modesta occupazione di risorse e la notevole velocità degli interventi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Come proteggi il tuo computer?
Proteggere? Dai ladri, forse?
Ogni tanto utilizzo un antivirus online.
Ho un antivirus e tengo aggiornato il sistema operativo.
Ho antivirus, firewall, antispyware, parental control e ogni sorta di protezione.
Utilizzo Linux.
L'unico computer sicuro è un computer offline.

Mostra i risultati (5326 voti)
Leggi i commenti (49)
Il prodotto riunisce insieme otto utility diverse. Sicuramente il più articolato ed efficiente è l’antivirus che, oltre alle sue funzioni proprie, aggiunge un antirootkit, uno scanner (personalizzabile su diversi livelli) per l’analisi della posta in entrata e in uscita, un modulo per la identificazione delle minacce provenienti dal cloud, una più avanzata integrazione nel Community Protection Network, uno scanner interattivo di link per la protezione contro furti di identità, sia per quanto riguarda il controllo diretto delle pagine Web, sia per qualsiasi altra minaccia possa provenire da altri sistemi di comunicazione.

A tale proposito il sistema interagisce con un modulo specifico, l’AVG Social Networking Protection, che interviene direttamente sulle aree di social networking (come Facebook, Twitter e così via) ma che verifica e tiene sotto controllo tutto quanto si sposta sui sistemi di comunicazione diretta, come Windows Live Messenger, Skype e compagnia cantante.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Firewall, antispam e antiphishing

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Anni fa usavo avg free poi è andato un pò in decadenza (chi si ricorda dei problemi che ebbe con xp a causa di un aggiornamento?) e passai alla concorrenza. Mi fa piacere che si sia ripreso visto i giudizi dell'olimpo. Dove lavoravo lo avevano in versione server ed effettivamente è veloce. probabilmente per quel prezzo difficilmente si... Leggi tutto
10-11-2012 00:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1229 voti)
Gennaio 2020
Apple rifiuta il caricabatterie unico proposto dalla UE
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Tutti gli Arretrati


web metrics