Italiani, popolo di fotografi e condivisori

Ogni mese nel nostro Paese si pubblicano online oltre 5 milioni di foto, soprattutto su Facebook.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-06-2013]

M fotografie condivisione facebook

Gli italiani sono un popolo di condivisori compulsivi, in special modo di fotografie: è questo il ritratto che emerge da una ricerca condotta da OnePoll per conto di Samsung.

Ogni minuto, nel nostro Paese, si scattano e condividono online 3.572 foto: in pratica ciò significa che ogni giorno finiscono in rete oltre 5 milioni di immagini e, di queste, una su cinque è stata realizzata proprio a questo scopo.

La maggior parte (il 73%) è destinata a Facebook; a grande distanza seguono Twitter (dove finisce l'11% delle immagini), Instagram (che poi è sempre Facebook - 9%), Flickr (4%) e Pinterest (1,6%).

In media - stando a OnePoll - gli italiani scattano 3,3 miliardi di fotografie, e il 64% dei "fotografi" le posta online entro una settimana.

Più attivi dei nostri connazionali - tra i quali 1 su 5 mette online la propria foto in meno di un minuto - ci sono solo gli spagnoli (1 su 4 si comporta così); in altre nazioni - come Gran Bretagna, Polonia e Francia - solo 1 su 10 posta la foto appena scattata entro un minuto dal click.

Sondaggio
Secondo te l'upload di file nei Gruppi di Facebook potrebbe incoraggiare la pirateria?
Sì - 41.0%
No - 41.3%
Non lo so - 17.6%
  Voti totali: 658
 
Leggi i commenti (3)

Non proprio tutti gli scatti, però, giungono in Rete: il 21% delle fotografie resta al sicuro nella fotocamera (o nello smartphone, o nel tablet) che l'ha prodotta; in un mese, quindi, ci sono circa 689 milioni di foto che non diventeranno pubbliche. In Germania, dove forse la riservatezza è più sentita, tale quantitativo è invece pari a 949 milioni di foto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Sony trasforma lo smartphone in una vera fotocamera
Facebook lancia gli album condivisi
Facebook, calano i guadagni

Commenti all'articolo (5)


Anch'io condivido foto con gli amici ma con una chiavetta USB o, al massimo passando da Dropbox, non mi sogno certo di buttarle nell'arena del gossip e della negazione della privacy che è fessbuck! :roll:
30-6-2013 14:53

Loro fotografano PER COPIARE! Dunque postano auto, barche, monumenti, ecc.. che assomigliano sfacciatamente alle nostre! Un Flirck 3D!!! :lol: :lol: :lol: :lol: Ciao Leggi tutto
28-6-2013 17:32

C'è gente a cui piace condividere centinaia di foto su Facebook e altri, ammetto di essere anch'io iscritta, ma non condivido molto, a parte quando mi taggano, penso che questi siti possano essere violati in qualsiasi momento, almeno credo... :x
27-6-2013 23:29

Mi piacerebbe sapere quante fotografie postano i giapponesi, che con la fotocamera sono un tutt' uno :D
27-6-2013 13:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1316 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics