Il cerotto al Viagra e il Viberect

Per curare i problemi di impotenza maschile le famose pilloline blu non sono più l'unica alternativa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2013]

Viagra cerotto

Sono ormai trascorsi 15 anni dalla presentazione del Viagra, la famosa "pillola blu" creata per curare i problemi di disfunzione erettile.

Da poco tempo in Italia è anche scaduto il brevetto che proteggeva questa invenzione, ed è immediatamente partita la corsa per la produzione di farmaci generici contenenti il medesimo principio attivo (il citrato di sildenafil).

Se quando è stato introdotto, il Viagra era la soluzione per antonomasia, nel corso degli anni sono apparse altre soluzioni, alternative che promettono persino di essere più efficaci rispetto alla pillola da ingerire. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Confessa. Hai mai acquistato un farmaco online?
Assolutamente no, è un reato.
Fossi matto! E' un rischio per la salute.
Non si dovrebbe... ma lo ammetto, qualche volta è successo.
Lo faccio abitualmente anche se è contro la legge o pericoloso.

Mostra i risultati (3662 voti)
Leggi i commenti (21)
Un gruppo di scienziati egiziani, per esempio, sta studiando il modo di utilizzare la nanotecnologia per realizzare un cerotto transdermico - simile a quelli adoperati per curare la dipendenza da nicotina - che abbia gli stessi effetti del Viagra.

A spingere verso questa strada c'è la constatazione di come il 70% circa di una dose orale di citrato di sildenafil venga metabolizzata dal fegato senza riuscire a produrre l'effetto desiderato; la somministrazione tramite pelle appare quindi più efficace, ma vi sono alcuni problemi.

Il principio attivo ha infatti una bassa solubilità in olio e acqua e anche una ridotta permeabilità verso le membrane; per questo motivo i ricercatori si sono orientati verso l'utilizzo di due tipi di "nanotrasportatori" creati basandosi sulle molecole di grasso e composi tensioattivi per facilitare la penetrazione delle membrane.

Viberect
Il Viberect

I metodi scelti dai ricercatori hanno dato buoni risultati in laboratorio, sebbene ancora non si sia arrivati alla sperimentazione umana.

Per chi invece non ama gli intrugli chimici ma è comunque affetto da problemi di disfunzione erettile esiste un'alternativa che potremmo definire "meccanica": il Viberect.

Si tratta di un apparecchio, prodotto dalla Reflexonic, che tramite le vibrazioni stimola i nervi del pene aiutando così a mantenere l'erezione.

Il Viberect - che costa circa 300 dollari - va utilizzato per sette o dieci minuti prima di avere un rapporto sessuale, in modo che possa compiere il proprio lavoro; secondo Reflexonic, l'applicazione del dispositivo non solo permette di superare i problemi di erezione, ma assicura anche orgasmi migliori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Farmaci, l'Europa vara logo per acquisti sicuri online
Il Viagra fa anche dimagrire
Viagra su Internet, pessimo acquisto
La birra al Viagra (senza ricetta)
L'antidepressivo che fa eccitare le donne
Un chip impiantato nel cervello per stimolare l'orgasmo
Pillole dell'amore vendute sul web: il rischio è la contraffazione

Commenti all'articolo (3)


:lol: non proprio ai capelli!!! :oops: Trico cosa?
12-7-2013 00:24

Ai capelli??!! Però, a ben pensarci sarebbe uno spettacolo con il tricopriapismo permanente!! Leggi tutto
11-7-2013 22:12

E dove lo attaccano il cerotto? Sopra la pancia cosi poi può essere usato anche per fare la ceretta!!! :lol: Se il Berluska avesse saputo del viberect si sarebbe risparmiato l' operazione :lol:
8-7-2013 18:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spam ricevi in media ogni giorno?
Uno o due messaggi
Meno di dieci messaggi
Tra i dieci e i venti messaggi
Tra i venti e i cinquanta messaggi
Tra i cinquanta e i cento messaggi
Tra i cento e i cinquecento messaggi
Oltre cinquecento messaggi

Mostra i risultati (3632 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics