La TV digitale diventa wireless

Digital TV Anywhere libera dalla schiavitù del cavo di antenna, permettendo di posizionare il televisore praticamente dovunque.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-08-2013]

marmitek 01

Chi desidera aggiungere in casa propria un secondo televisore non deve soltanto tenere in considerazione le caratteristiche dell'apparecchio che andrà ad acquistare: deve anche ricordarsi di verificare che la posizione scelta sia "attrezzata".

Che fare, per esempio, se il televisore prescelto è quello da sempre desiderato ma nel luogo in cui dovrà essere posizionato non arriva il cavo dell'antenna?

Una prima soluzione consiste nel tirare un nuovo cavo, con dispendio di tempo ed energie e la possibilità di dover fare buchi nei muri. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
D'estate che cos'è più importante per te?
Il frigorifero
Il ventilatore
Il condizionatore
L'antizanzare
La connessione a Internet anche in vacanza

Mostra i risultati (2735 voti)
Leggi i commenti (1)
Un'alternativa molto interessante è quella offerta dai sistemi di trasmissione wireless A/V, come la soluzione Digital TV Anywhere di Marmitek che permette di trasmettere il segnale audio/video da una parte all'altra della casa senza dover compiere operazioni aggiuntive.

Il kit si compone di due apparecchi: un trasmettitore e un ricevitore. Il primo va collegato al decoder DVB-T, a sua volta già connesso al cavo dell'antenna; il secondo al televisore, che può trovarsi a una distanza massima di 50 metri dal trasmettitore (se sono presenti delle pareti; in campo aperto la portata è di 200 metri).

Per la connessione al decoder e al televisore si usano i due cavi forniti in dotazione, che dispongono a un'estremità di un jack-AV da 3,5 mm (questo è il connettore da inserire nel dispositivo Marmitek) e all'altra di un connettore SCART.

I due apparecchi comunicano nella banda dei 2,4 GHz: quello collegato all'antenna riceve dal decoder il segnale televisov e lo ritrasmette senza fili a quello collegato al televisore, che potrà così mostrare le immagini.

marmitek 02

Un apposito telecomando permette di gestire tutte le opzioni (cambio di canale, regolazione del volume e via di seguito) direttamente dal televisore; le funzioni aggiuntive, come il video-on-demand, la visione in differita o la registrazione dei programmi restano utilizzabili a distanza.

Nella confezione è infatti presente un apposito extender a infrarossi che permette di utilizzare il telecomando da qualsiasi distanza: tutto è pensato per far sì che l'utente possa dimenticarsi di stare utilizzando una trasmissione senza fili, ma possa interagire in maniera "naturale" con il proprio televisore.

Trasmettitore e ricevitore comunicano con una banda che offre un'ampiezza di 3 Mbit/s, più che sufficienti per le trasmissioni televisive; Marmitek garantisce inoltre l'assenza di disturbi del segnale da parte degli altri dispositivi, come per esempio le reti Wi-Fi o le connessioni Bluetooth.

Il kit Digital TV Anywhere si trova in vendita a 159,90 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Dire addio ai cavi HDMI si può
Canone Rai, pagherà anche chi non ha la TV
La TV OLED curva di Samsung
La Tv della Svizzera italiana torna sul web
Amazon, arriva la Kindle TV
L'iTV di Apple si controlla con l'anello al dito
Ci vuole il permesso della Tv per vederla gratis su Internet

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{utente anonimo}
Ha ragione Cesco67, è una falsa novità, esistono da circa 30 anni, anche il prodotto in questione deve avere su per giù questa età visto che ha solo le scart, dirò di più, questo ha il limite di dover essere collegato al decoder, dunque sulla seconda tv potrò vedere solo il canale sintonizzato sul decoder, mentre esistono ripetitori che... Leggi tutto
27-7-2016 10:52

{Roberto}
La tv ricevente puo'visualizzare canali diversi dalla tv trasmittente ? vale a dire si puo vedere rai1 nella tv1 e rete4 nella tv2 contemporaneamente ?
13-5-2015 15:37

Salve qualcuno sa se attualmente esistono degli apparecchi simili con delle caratteristiche migliori? Grazie.. :)
20-1-2015 19:27

{fabio}
il problema si complica quanto sono più di un televisore, che succede al segnale? possibile con la tecnologia a basso costo di oggi non si riesca a far dialogare più televisori? Non c'è nulla come per esempio un sistema di segnale come le famose "onde convogliate"? anticipo un grazie xki mi risponde... Leggi tutto
10-7-2014 14:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1698 voti)
Aprile 2020
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Tutti gli Arretrati


web metrics