La TV digitale diventa wireless

Digital TV Anywhere libera dalla schiavitù del cavo di antenna, permettendo di posizionare il televisore praticamente dovunque.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-08-2013]

marmitek 01

Chi desidera aggiungere in casa propria un secondo televisore non deve soltanto tenere in considerazione le caratteristiche dell'apparecchio che andrà ad acquistare: deve anche ricordarsi di verificare che la posizione scelta sia "attrezzata".

Che fare, per esempio, se il televisore prescelto è quello da sempre desiderato ma nel luogo in cui dovrà essere posizionato non arriva il cavo dell'antenna?

Una prima soluzione consiste nel tirare un nuovo cavo, con dispendio di tempo ed energie e la possibilità di dover fare buchi nei muri. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
D'estate che cos'è più importante per te?
Il frigorifero
Il ventilatore
Il condizionatore
L'antizanzare
La connessione a Internet anche in vacanza

Mostra i risultati (2793 voti)
Leggi i commenti (1)
Un'alternativa molto interessante è quella offerta dai sistemi di trasmissione wireless A/V, come la soluzione Digital TV Anywhere di Marmitek che permette di trasmettere il segnale audio/video da una parte all'altra della casa senza dover compiere operazioni aggiuntive.

Il kit si compone di due apparecchi: un trasmettitore e un ricevitore. Il primo va collegato al decoder DVB-T, a sua volta già connesso al cavo dell'antenna; il secondo al televisore, che può trovarsi a una distanza massima di 50 metri dal trasmettitore (se sono presenti delle pareti; in campo aperto la portata è di 200 metri).

Per la connessione al decoder e al televisore si usano i due cavi forniti in dotazione, che dispongono a un'estremità di un jack-AV da 3,5 mm (questo è il connettore da inserire nel dispositivo Marmitek) e all'altra di un connettore SCART.

I due apparecchi comunicano nella banda dei 2,4 GHz: quello collegato all'antenna riceve dal decoder il segnale televisov e lo ritrasmette senza fili a quello collegato al televisore, che potrà così mostrare le immagini.

marmitek 02

Un apposito telecomando permette di gestire tutte le opzioni (cambio di canale, regolazione del volume e via di seguito) direttamente dal televisore; le funzioni aggiuntive, come il video-on-demand, la visione in differita o la registrazione dei programmi restano utilizzabili a distanza.

Nella confezione è infatti presente un apposito extender a infrarossi che permette di utilizzare il telecomando da qualsiasi distanza: tutto è pensato per far sì che l'utente possa dimenticarsi di stare utilizzando una trasmissione senza fili, ma possa interagire in maniera "naturale" con il proprio televisore.

Trasmettitore e ricevitore comunicano con una banda che offre un'ampiezza di 3 Mbit/s, più che sufficienti per le trasmissioni televisive; Marmitek garantisce inoltre l'assenza di disturbi del segnale da parte degli altri dispositivi, come per esempio le reti Wi-Fi o le connessioni Bluetooth.

Il kit Digital TV Anywhere si trova in vendita a 159,90 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Dire addio ai cavi HDMI si può
Canone Rai, pagherà anche chi non ha la TV
La TV OLED curva di Samsung
La Tv della Svizzera italiana torna sul web
Amazon, arriva la Kindle TV
L'iTV di Apple si controlla con l'anello al dito
Ci vuole il permesso della Tv per vederla gratis su Internet

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{utente anonimo}
Ha ragione Cesco67, è una falsa novità, esistono da circa 30 anni, anche il prodotto in questione deve avere su per giù questa età visto che ha solo le scart, dirò di più, questo ha il limite di dover essere collegato al decoder, dunque sulla seconda tv potrò vedere solo il canale sintonizzato sul decoder, mentre esistono ripetitori che... Leggi tutto
27-7-2016 10:52

{Roberto}
La tv ricevente puo'visualizzare canali diversi dalla tv trasmittente ? vale a dire si puo vedere rai1 nella tv1 e rete4 nella tv2 contemporaneamente ?
13-5-2015 15:37

Salve qualcuno sa se attualmente esistono degli apparecchi simili con delle caratteristiche migliori? Grazie.. :)
20-1-2015 19:27

{fabio}
il problema si complica quanto sono più di un televisore, che succede al segnale? possibile con la tecnologia a basso costo di oggi non si riesca a far dialogare più televisori? Non c'è nulla come per esempio un sistema di segnale come le famose "onde convogliate"? anticipo un grazie xki mi risponde... Leggi tutto
10-7-2014 14:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1336 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics