La stampante 3D che non si limita alla plastica

Può anche intagliare il legno, lavorare il metallo e incidere circuiti stampati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-09-2013]

Mebotics Microfactory Front

Se è vero che con le stampanti 3D ormai si può fare di tutto, è anche vero che per lo più questo "tutto" è fatto in plastica.

Mebotics ha deciso che è ormai tempo di allargare il campo ad altri materiali e ha ideato Microfactory, una stampante 3D che è anche in grado di intagliare il legno, lavorare il metallo e incidere circuiti stampati. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Hai un'idea nel cassetto e ti piacerebbe aprire una startup per realizzarla. Che cosa ti frena?
Non ho i soldi per farla partire
Il momento economico non è favorevole
Non ho ancora trovato le persone giuste con cui farlo
E' troppo rischioso per me
Non sono sicuro di riuscire a portarlo a termine
Sarebbe troppo complicato, indipendentemente dai soldi
Non mi sento portato a fare l'imprenditore
E' solo un sogno e in realtà non credo che lo farei
Per un altro motivo e cioè...

Mostra i risultati (1263 voti)
Leggi i commenti (5)
La Microfactory è in sostanza un dispositivo personalizzabile in grado di realizzare qualsiasi oggetto non più grande di 6 x 6 x 12 pollici (15,2 x 15,2 x 30,4 centimetri) con una risoluzione di 0,35 millimetri.

All'interno della macchina - un po' più grande di una normale stampante 3D - trova posto un'apparecchiatura per intagliare il legno e il metallo, in sostanza una precisa sega da traforo cui si accompagna un aspiratore per eliminare tutte le particelle risultanti dalla lavorazione. L'articolo continua dopo il video.

A governare il tutto pensa il computer integrato, che adopera un software basato su Linux il quale permette di controllare la Microfactory via Wi-Fi (il che significa che si può avviare la stampa anche da remoto).

Tante possibilità hanno ovviamente un prezzo elevato: 3.495 dollari. Inoltre il relativo progetto su Kickstarter ha decisamente poche possibilità di essere finanziato in toto: l'obiettivo è di raggiungere 1 milione di dollari e a poca distanza dalla scadenza ne ha raccolti poco più di 50mila.

Mebotics Microfactory Milling Head
Mebotics Microfactory Objects
Mebotics Microfactory Quarter View
Mebotics Microfactory Size

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microstampante 3D raggiunge obiettivo Kickstarter in 11 minuti
La stampante 3D per modellare il grafene
Il primo scanner 3D per iPad
Piatti di zucchero stampati 3D
La stampante 3D è multifunzione
L'auto che si assembla da sola grazie alla stampa 3D
OpenReflex, la fotocamera stampata in 3D
Il software per stampare in 3D le chiavi di sicurezza
Pistola da stampante 3D, Kim Dotcom ritira i progetti
La stampa 3D rivoluzionerà i giocattoli per adulti

Commenti all'articolo (3)

{dab}
Per correttezza "il software basato su linux" è LinuxCNC (ex EMC2) che è opensource, preparato per utilizzare tutte le funzioni previste dalla macchina.
12-10-2013 17:06

anche il telefonino esisteva da anni solo che adesso si chiama ai_coso_tablet_sa_dio :lol: :lol: :lol: OT: io ho il pollice opponibile e sono orgogliosa di usarlo, li odio i touch screennnnnnnnnnnnnnnnn
27-9-2013 00:42

{Salterino}
Ma questo non esisteva da anni e si chiamava tornio?
26-9-2013 21:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (357 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics