Facebook fuori uso, gli utenti se la ridono

Il social network resta irraggiungibile per oltre due ore: gli utenti fuggono su Twitter per sbeffeggiare la creatura di Mark Zuckerberg.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-10-2013]

Facebook Down

Due ore e mezza: tanto è durato l'inconveniente che ieri ha messo completamente fuori uso Facebook, tanto che il social network è diventato completamente irraggiungibile in quasi tutto il mondo e particolarmente dall'Europa.

Come già nel 2010, le prime ipotesi parlavano di un attacco su vasta scala da parte di pirati informatici; in realtà, Facebook stessa ha fatto sapere, scusandosi, che si è trattato di un problema tecnico.

Si potrebbe dire che sono cose che capitano anche ai giganti e chiudere qui la questione, ma il vero lato interessante è che, rispetto all'altra volta, un cambiamento c'è stato: nelle reazioni degli utenti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2651 voti)
Leggi i commenti (18)
Se nel 2010 la sparizione di Facebook per un paio d'ore aveva mandato nel panico diversi utenti, tanto da generare quelle che molti, scherzando ma non troppo, avevano definito "crisi d'astinenza", questa volta sembrano averla presa tutti con filosofia o, per meglio dire, con ironia.

Mentre il social network in blu boccheggiava, infatti, Twitter se la rideva. La piattaforma di microblogging era tutto un cinguettare di tweet derisori nei confronti di Facebook, con la creazione dell'hashtag #Facebookdown e l'immancabile citazione del Mark Zuckerberg cinematografico che diceva: « Lo sai qual è la differenza tra noi e gli altri? Noi non cadiamo mai».

In ogni caso, al momento tutto è tornato alla normalità senza momenti di panico: forse Facebook ha definitivamente oltrepassato la soglia della "novità" ed è diventato un normale servizio come tutti gli altri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook, secondo blackout in sette giorni
Disattivare il proprio nome negli spot con un click
Teenager arrestati per bacio su Facebook
Le tue foto su Facebook sono veramente private?
Quattordicenne arrestata per cyberbullismo su Facebook
Zuckerberg compra case attorno alla sua per avere più privacy
Facebook irraggiungibile, utenti in astinenza

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)


Mi quoto perché tengo a precisare - forse non era sufficientemente chiaro ed il dubbio mi è venuto - che non me ne sono accorto per su fessbuk proprio non sono iscritto e non me ne cala alcunché... :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
28-10-2013 19:06

Io non ne avrei mai saputo niente, se non lo avessi letto quì. :lol:
28-10-2013 00:08

Manco io mi ero accorta di FB fuori uso: avevo TISCALI, fuori uso! :D
26-10-2013 15:50

Fessbuk fuori uso??????? :shock: Non me n'ero nemmeno accorto!!!!!! :lol: :lol: :lol: :lol:
26-10-2013 15:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3468 voti)
Ottobre 2020
Le parole di Internet: smishing
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Tutti gli Arretrati


web metrics