Le cinque tecniche di attacco più sfruttate dagli hacker

Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-12-2013]

M attacco hacker

Le tecniche adoperate dagli hacker sono varie e sempre nuove.

Alcune, però, sono utilizzate più frequentemente di altre, magari per la loro provata efficacia o per la facilità di esecuzione.

1. Violazione di password deboli
L'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta. Una scheda da 300 dollari consente a un hacker di indovinare 420 miliardi di password semplici (otto caratteri, solo lettere minuscole) in meno di un minuto.

2. Attacchi di malware
Un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC. Rispetto al 2012 gli attacchi di questo tipo sono aumentati dell'8%, causando a ogni bersaglio perdite medie per 92.000 dollari e la sottrazione di dati sensibili.

3. Email di phishing
Le email di phishing sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link che contengono portano a siti infetti e sono costate 1 milione di dollari in perdite alle piccole aziende nel 2012, anno in cui gli attacchi di questo tipo sono cresciuti del 125%.

4. Social engineering
Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati personali.

5. Ransomware
Con la parola ransomware si intendono quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente finché questi non paga una somma per sbloccarli; una forma alternativa è il blocco dei siti web o la pubblicazione di contenuti imbarazzanti fino al pagamento di un riscatto. Ogni anno vengono così estorti 5 milioni di dollari, e non è detto che poi i dati tornino davvero al legittimo proprietario.

Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2436 voti)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In aumento il phishing che usa il vaccino antiCovid come esca
Password facili da ricordare ma sicure
Le dodici truffe di Natale
I trojan responsabili di 8 attacchi su 10
Un italiano su tre spia le mail del partner
Android, vulnerabile il 99% dei dispositivi
Quattro consigli per proteggersi dallo spear-phishing
Utenti Apple? Facili prede di phishing
I criminali informatici colpiscono i gamer
Quattro malware che attentano al portafoglio
Hacker, cracker o grissino

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Tutte e nessuna, la vulnerabilità sta come sempre tra la sedia e la tastiera... com'è che conosco (poche) persone che non prendono un virus da anni e (molte) persone che ogni settimana "Mauro mi guardi il pc mi apre delle cose strane... ma no, no, giuro, io non ho fatto niente, giuro... ah non dovevo cliccare lì? ...ma se c'è... Leggi tutto
2-9-2014 03:41

@Cesco67 Non proprio... Su questi aspetti sia i programmi di OpenSource che gli altri OS hanno più difese in merito! Pensa che il BUG del dialer esiste ancora su Win8! OK non ci dovrebbero essere più i modem ma ancora si usano... Firefox/Seamonkey/thunderbird e se scendiamo da tempi di Netscape che ci sono alert e difese per evitare... Leggi tutto
21-12-2013 02:48

In realta' il phising, le password deboli e il social engineering sono "multipiattaforma" :twisted: , il problema e' solo l'utonto Leggi tutto
20-12-2013 20:01

Certo Windows ha la sua grossa fetta di responsibilità ma anche l'imbecille che sta di fronte al monitor o che striscia le dita sullo smartphone o tablet non scherza mica... :wink:
15-12-2013 17:16

Sinceramente per un motivo o per l'altro le trovo tutte Windows... :lol: :lol: :lol: Ciao Leggi tutto
14-12-2013 19:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Pensi che il carpool dinamico (passaggi a utenti che fanno lo stesso percorso organizzandosi via web o smartphone) sia una buona soluzione per diminuire il traffico e abbassare i costi?
E' una buona idea, a patto che sia sicuro, il costo sia basso e non si debba essere legati ad alcun utente.
Non credo che funzionerà in Italia.
Non ne sono sicuro, ma potrebbe funzionare.
Controllerei le referenze dell'autista designato prima di salire sulla sua auto. Ma utilizzerei il servizio.
Parteciperei volentieri perché è un'ottima idea!
Potrei usufruirne, anche per ridurre l'inquinamento, anche se ho la mia auto. Qualche volta potrei fungere da autista.

Mostra i risultati (1680 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 ottobre


web metrics