Lo spazzolino da denti connesso a Internet

Registra come e per quanto tempo ci si lava i denti, poi condivide i dati sui social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-01-2014]

Kolibree Toothbrush

Kolibree si presenta come «il primo spazzolino da denti elettrico connesso», una sorta di pioniere nel campo degli Smart Toothbrush ("spazzolini intelligenti").

All'apparenza, si tratta di un normale spazzolino elettrico, e l'uso è in effetti del tutto analogo; la particolarità di Kolibree sta però nella possibilità di connettersi allo smartphone (iPhone o Android) via Bluetooth e registrare con un'apposita app i dati sullo "spazzolamento". L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Se fossi costretto a scegliere: un mese senza sesso o un mese senza smartphone, cosa sceglieresti?
Il problema non si pone: non faccio sesso.
Il problema non si pone: non ho uno smartphone.
Rinuncerei più volentieri al sesso piuttosto che separarmi dallo smartphone.
Rinuncerei più volentieri allo smartphone piuttosto che fare a meno del sesso.

Mostra i risultati (3590 voti)
Leggi i commenti (35)
Kolibree è infatti dotato di sensori che gli permettono di registrare per quanto tempo si spazzolano i denti, se il movimento è verticale o orizzontale (il primo è preferibile) e se si raggiunge ogni angolo della bocca.

L'app permette poi di visualizzare uno "storico" della propria igiene orale, che può servire come punto di riferimento personale, come strumento per il dentista, come gioco (dando vita a una sorta di gara: l'idea è di invogliare in questo modo i bambini a lavare i denti) o anche come ennesimo dato da condividere tramite i social network, dato che esiste anche questa possibilità. L'articolo continua dopo il video.

Inoltre, la società francese che ha creato Kolibree ha annunciato che rilascerà le API per permettere lo sviluppo di applicazioni di terze parti.

Lo spazzolino, che è stato presentato al CES 2014 di Las Vegas, arriverà sul mercato nel corso di quest'anno (presumibilmente entro l'estate) e costerà tra i 100 e i 200 dollari.

Kolibree Toothbrush 02
Kolibree Toothbrush 03

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Lo spazzolino nanotech pulisce i denti senza dentifricio
Denti artificiali fatti con l'urina
Lo spazzolino USB
Sessant'anni di telecomando
La gomma da masticare che lava davvero i denti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


Per quelli ci vuole un po' più di tempo, devono ancora integrare il pagamento in automatico con transazione via smartphone quando utilizzati in rapporti commerciali :D . In compenso stanno già preparando la pagina FB dove saranno stilate le classifiche in realtime dei nostri cari trombeur; sembra che in Francia ci sia una certa... Leggi tutto
17-1-2014 16:42

Cosa c'è di strano? Se ormai la gente condivide le mutande... :roll:
16-1-2014 23:58

@ranx Quella esiste già, guarda qui! :wink:
16-1-2014 19:09

{ranx}
qui ci vuole anche una tazza del cesso 2.0 che tenga conto della quantità evacuata...
16-1-2014 13:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2247 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics