MPAA: Google Glass non sono minaccia, gli smartphone sì

L'associazione delle case cinematografiche statunitensi spinge i gestori delle sale alla tolleranza zero contro tutti i gadget elettronici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-02-2014]

mpaa ad pirateria cinema

La vicenda dell'uomo consegnato alle autorità federali USA perché guardava un film al cinema con indosso i Google Glass ha sollevato un'accesa discussione in Rete.

Molti si sono rivolti alla MPAA - l'associazione delle case cinematografiche statunitensi, nota per l'inflessibile atteggiamento verso la pirateria - con lettere di protesta e chiedendo spiegazioni.

Messa di fronte alla necessità di fornire una risposta ufficiale, l'associazione ha fatto sapere che «I Google Glass sono un'innovazione incredibile all'interno del mondo mobile e non abbiamo visto alcuna prova che ne faccia una minaccia significativa tale da portare al furto di contenuti».

Sembrerebbe quindi che la vicenda abbia tutto sommato ottenuto un effetto positivo, con lo "sdoganamento" ufficiale degli occhiali di Google per chiunque voglia portarli al cinema.

Resta tuttavia un problema. La MPAA è la stessa associazione che «raccomanda ai cinema di adottare una politica di Tolleranza Zero nel proibire di registrare il video o l'audio e di scattare fotografie di qualsiasi porzione del film».

Di più: le raccomandazione per le sale cinematografiche invitano esplicitamente a considerare con sospetto chiunque utilizzi uno smartphone nel buio della sala.

«I gestori dei cinema dovrebbe chiamare immediatamente le forze dell'ordine ogni volta in cui sospettino lo svolgimento di attività proibite. Non crediate che un cellulare o una macchina fotografica digitale sia adoperata per scattare foto anziché per registrare un intero film».

Sondaggio
Qual è il client torrent che utilizzi di più?
µTorrent
Vuze
Opera
Transmission
BitTorrent
Ktorrent
Shareaza
Tixati
MediaGet
qBittorrent
Deluge

Mostra i risultati (2904 voti)
Leggi i commenti (10)

Si potrebbe quindi obiettare che gli smartphone saranno oggetti pericolosi da controllare a vista d'occhio, ma i Google Glass certamente non assomigliano a un telefonino.

La previdente MPAA, in tempi non sospetti, aveva già pensato anche a questo: «I ladri di film sono molto ingegnosi quando si tratta di nascondere le videocamere. Possono adottare sistemi semplici come posizionare un cappotto o un cappello sulla videocamere o sistemi innovativi come dispositivi creati apposta per nasconderle (per esempio, una piccola videocamera inserita nella montatura di un paio di occhiali, o nel coperchio di un bicchiere da bibita)».

Ecco qui la porzione-chiave delle raccomandazione, quella che spiega come mai i gestori del cinema in cui l'uomo coi Google Glass è stato fermato si sono comportati in quel modo: era stata la MPAA a spingerli.

Tutto ciò pone quindi un problema: come regolarsi dopo l'ultima uscita dell'associazione, quella che apparentemente benedice i Glass? Non può essere che si sia trattato semplicemente di una mossa di "facciata", considerato il polverone che il fermo dell'uomo ha causato? Smartphone, fotocamere e, forse, smartglass restano i nemici del cinema, almeno secondo la MPAA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

«I ladri di film sono molto ingegnosi quando si tratta di nascondere le videocamere. Possono adottare sistemi semplici come posizionare un cappotto o un cappello sulla videocamere o sistemi innovativi come dispositivi creati apposta per nasconderle (per esempio, una piccola videocamera inserita nella montatura di un paio di occhiali, o... Leggi tutto
21-2-2014 02:11

Grande gomez! Straquoto!
8-2-2014 15:30

Concordo, smartphone e tablet vanno vietati nei cinema. Ma non per il ridicolo rischio di registrazione dei film, che risultano tremolanti, scuri, storti e con un audio da catacomba infarcito di rumori del pubblico, ma per contrastare l'incredibile maleducazione di chi nel buio della sala rompe i coglioni a tutti i vicini ed a quelli... Leggi tutto
7-2-2014 09:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2671 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics