La webcam per bicicletta

Funge da luce posteriore e registra quello che succede, aiutando a stabilire le responsabilità in caso di incidente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-02-2014]

fly6 bike camera light 2

La bicicletta è un mezzo apprezzato - specialmente perché economico ed ecologico - anche per muoversi in città.

Sfortunatamente in ambiente urbano i ciclisti devono fare i conti con la mancanza di piste loro dedicate e, per questo motivo, spesso rischiano di farsi seriamente del male a causa delle auto, con cui condividono la sede stradale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
In vacanza, a parte il cellulare per telefonare, qual è la tecnologia a cui non rinunceresti?
La fotocamera, per scattare indimenticabili foto ricordo
Il lettore Mp3, per ascoltare la mia musica preferita
La videocamera, per fare filmati che poi condividerò online
Lo smartphone, per leggere l'email e restare connesso
Il tablet, per esibirlo in spiaggia
Il notebook (o netbook), ovviamente con chiavetta e piano dati, per essere online comodamente
Il lettore di ebook, per leggere i miei libri preferiti
Il navigatore satellitare, per arrivare a destinazione facilmente

Mostra i risultati (2961 voti)
Leggi i commenti (7)
Quando poi un'auto urta un ciclista, è difficile per quest'ultimo dimostrare dove stia la ragione: occorre un aiuto che possa testimoniare come sono andate le cose.

Fly6 è una videocamera che cerca di ristabilire un po' di giustizia sulla strada, ed è stata pensata per essere montata al di sotto del sellino, da dove funge da luce di posizione posteriore e, naturalmente, registra quanto accade.

Fly6 non è una di quelle videocamere portatili che offrono soltanto una bassa qualità: registra infatti in alta definizione a 720p per un massimo di cinque ore prima che sia necessario ricaricare la batteria integrata.

Quando poi capita un incidente e la bicicletta si piega di oltre 45 gradi la videocamera salva automaticamente i video relativi all'ora precedente e all'ora successiva all'incidente sulla scheda microSD da 8 Gbyte inclusa.

In questo modo esiste una prova concreta di quanto successo ed è possibile stabilire di chi sia la colpa di un eventuale infortunio.

Inoltre, qualora l'uso di Fly6 diventasse comune, si spera che la possibilità di essere ripresi spinga gli automobilisti a essere un po' più attenti verso chi si sposta in bicicletta.

Il progetto, nato su Kickstarter, ha già raggiunto e oltrepassato l'obiettivo.

fly6 bike camera light
fly6 rear facing bike light and camera 1
fly6 rear facing bike light and camera 2
fly6 rear facing bike light and camera 3
fly6 rear facing bike light and camera 4

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il casco per motociclisti a realtà aumentata
Investe e uccide col SUV ragazzino in bici, poi fa causa ai genitori
La prima bicicletta in titanio stampata 3D
SkyCycle, una pista ciclabile nel cielo di Londra
Il fanalino da bicicletta indistruttibile e a prova di ladro
L'auto che riconosce i ciclisti
Xfire disegna la pista ciclabile sulla strada
Braun presenta la minivideocamera per riprese estreme

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (398 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics