Microstampante 3D raggiunge obiettivo Kickstarter in 11 minuti

Migliaia di adesioni per la stampante 3D più economica in circolazione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-04-2014]

the micro 02

La stampa 3D sembra piacere a tutti: le possibilità che offre sono quasi infinite. Quello che non piace è il prezzo delle stampanti.

Così non sorprende scoprire che la raccolta fondi per The Micro: The First Truly Consumer 3D Printer, la prima ministampante 3D pensata per l'uso domestico, abbia superato il bersaglio in appena 11 minuti, secondo Cnet.

Non solo: i suoi ideatori chiedevano finanziamenti per 50.000 dollari e al momento in cui scriviamo, con più di 20 giorni ancora rimanenti, la cifra raccolta ha già superano il milione e mezzo di dollari.

Rispetto alle stampanti in commercio attualmente, il prezzo per The Micro è in effetti irrisorio.

Partecipando alla raccolta fondi bastavano 199 dollari per assicurarsi un esemplare (ora non è più possibile a causa dell'elevatissima partecipazione), e il "gradino" successivo era ad appena 249 dollari (anche questa alternativa non è più disponibile).

Sondaggio
Hai una stampante?
Sì, laser.
Sì, a getto d'inchiostro.
Avevo una stampante ma ora non ne ho più bisogno.
Mai avuto una stampante.

Mostra i risultati (2858 voti)
Leggi i commenti (7)

Considerato che una stampante 3D normalmente costa più di 1.000 dollari, le rimanenti opzioni - la prima è a 299 dollari - restano molto interessanti, e infatti le adesioni non mancano.

The Micro è progettata per essere immediatamente utilizzabile ed è accompagnata da un software creato «per essere tanto interattivo e divertente quanto un gioco, perfettamente adatto ai touchscreen e con un'interfaccia minimalista e facile da usare».

M3D, ideatrice della stampante, prevede di poter consegnare i primi esemplari all'inizio del 2015.

Qui sotto, il video di presentazione e alcune immagini.

the micro 01
the micro 03
the micro 04
the micro 05
the micro 06


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Io non ne ho la più pallida idea. Non proprio seria, almeno. Riesco a pensare ad oggettistica molto personale, per fare un regalino originale. Gli hobbysti, suppongo, saprebbero cosa farne. Ma io non sono un hobbysta.
13-4-2014 01:55

{Giuseppe}
è un oggetto carino, ma a livello di giochetto per bambini, un simpatico modo per introdurre i bambini all'uso del computer, ma in realtà, qualcuno saprebbe spiegarmi cosa possiamo fare seriamente con questo giocattolo abbastanza costoso?
12-4-2014 10:56

vista ieri, quando aveva appena passato il milione di $, e stamattina anche appena prima di toccare i 2M$ :) ah, tra parentesi, pagando un po' di più si può avere anche da uno dei lotti di pre-produzione, quindi ad Agosto di questo anno :)
10-4-2014 14:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3986 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 novembre


web metrics