Trasmettere a terra l'energia solare accumulata in orbita

Con gli impianti orbitali, nubi e giornate invernali non sono più un problema.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-04-2014]

Navy Space Solar

Sembra proprio che il "solare spaziale" sia la nuova frontiera per la produzione di energia pulita.

Se la NASA sta lavorando al progetto SPS-ALPHA, il connazionale Navy Research Laboratory ha allo studio due diversi moduli per catturare l'energia del sole.

Il loro sviluppo si deve al dottor Paul Jaffe, il quale ha inizialmente sviluppato il modello "a mattonella".

Il modulo è strutturato a sandwich: la faccia quadrata superiore è costituita da un enorme pannello fotovoltaico, quella inferiore ospita invece un'antenna estensibile per convogliare l'energia verso la Terra.

In mezzo c'è tutta l'elettronica, che ha il compito di convertire l'energia raccolta in onde radio che possano essere raccolte da un ricevitore. Questo dispositivo è quattro volte più efficiente di ogni alternativa prodotta sinora.

Il secondo modello è una variante ancora più efficiente del primo: abbandonato l'aspetto a mattonella, ha acquisito una forma a zig-zag che gli permette di ricevere un maggior quantitativo di luce solare senza surriscaldarsi.

Ciò si traduce anche in una maggiore produzione di energia: più di quattro volte superiore rispetto al primo modello.

Sondaggio
Qual è stata secondo te la scoperta tecnologica più imponente, tra queste?
La fotografia
La riproduzione dei suoni
Il laser
L'elettromagnetismo
Il motore diesel
I computer
I raggi X
I robot
Vorrei suggerirne un'altra, nei commenti qui sotto

Mostra i risultati (2103 voti)
Leggi i commenti (10)

Il dottor Jaffe ha anche approntato una camera per simulare le condizioni che questi dispositivi si troverebbero ad affrontare nello spazio, riuscendo a mettere a punto le proprie invenzioni in un ambiente il più simile possibile a quello reale.

Quanto alla scelta della radiofrequenza e delle microonde per convogliare l'energia, il dottore afferma che si tratta di una scelta fatta per mantenere la maggiore sicurezza possibile.

Rispetto al laser, per esempio, sono in gioco potenze molto inferiori; inoltre, utilizzando una frequenza bassa si può diminuire la concentrazione di energia, anche se servono antenne e ricevitori di dimensioni maggiori.

Il dotto Jaffe immagina un array di moduli largo un chilometro, senza contare i riflettori che concentrano la luce solare.

modulo solare mattonella
modulo solare zig zag

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Palloni solari sopra le nuvole per catturare energia dal sole
Mitsubishi invia energia solare dai satelliti con le microonde
La Cina costruirà un impianto solare gigante in orbita
La cella solare che sfrutta l'intero spettro della luce
Il Giappone porterà pannelli solari in orbita
La Nasa vuole i pannelli solari nello spazio

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Già mi immagino l'assessore coglione che sale sulla scala per staccare questo wi-fi, che ovviamente sarà milioni di miliardi di fantastilioni di volte più potente del cancropedopornterrorsatan wi-fi di casa. :twisted: :twisted: :twisted: Mauro Leggi tutto
9-5-2014 09:00

Eh già, il problema con il "solare spaziale" è sempre come trasferire l'energia prodotta in orbita sulla terra in modo sicuro ed efficiente. In questo caso l'ideatore dice: Ma, in realtà, non è che si capisco molto quanto è realmente sicura la sua opzione... :? Leggi tutto
17-4-2014 19:26

IMVHO se non siamo manco più in grado di distribuire banda larga sul nostro territorio nazionale, non siamo in grado di distribuire acqua senza avere percentuali a due cifre di perdite lungo la strada ecc non vedo pensabile in un futuro anche abbastanza lontano un progetto di simile portata. Ps è ovvio che il satellite sarebbe... Leggi tutto
17-4-2014 03:58

Ricordo che sono stati fatti alcuni studi di fattibilità per realizzare un ascensore orbitale. Indubbiamente lo scopo sarebbe di "agganciare" una stazione in orbita stazionaria e permettere un flusso di personale e materiale senza l'uso di razzi vettori. Nulla vieta di usare la struttura dell'ascensore per convogliare a terra... Leggi tutto
16-4-2014 21:35

Penso che deve per forza essere geostazionario. Altrimenti il ricevitore a terra che deve fare? Andare in giro per il mondo inseguendo il satellite?
16-4-2014 11:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1717 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics