Le Internet-mongolfiere di Google, un anno dopo

Con Project Loon arriva la connettività nelle zone rurali. Sconfessati gli scettici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-06-2014]

google project loon un anno

Quando Google lanciò Project Loon, un anno fa, furono in molti a pensare che l'idea di fornire la connessione a Internet tramite mongolfiere fosse qualcosa di molto simile a una follia.

Oggi è giunto il momento di ricredersi: 12 mesi di test ed esperimenti, analisi dei fallimenti e miglioramenti continuai hanno portato a ottenere risultati molto più che incoraggianti, tanto che uno dei direttori del progetto, Mike Cassidy, è sicuro di aver «superato il punto in cui c'è una possibilità superiore al 50% che ce la faremo».

Le prove sono state condotte in Brasile, dove Project Loon ha portato connettività a in una scuola rurale dove la connessione alla rete mobile è sempre stata a dir poco scadente, e quella alla rete fissa semplicemente assente a causa della mancanza di infrastrutture.

Gli insegnanti hanno avuto accesso a velocità da banda larga di cui hanno approfittato per le loro lezioni, in attesa che le mongolfiere di Google diventino una presenza costante.

In questi mesi l'azienda è riuscita a fornire 10 volte più banda rispetto all'inizio, ma anche una durata dei palloni e un controllo sulla loro direzione 10 volte superiori migliorando le tecniche di costruzione e aumentando l'altitudine.

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1835 voti)
Leggi i commenti (21)

Ora ci sono pallone che, invece di restare per aria appena per qualche giorno, vi restano per una media di 75 giorni e uno di essi ha già superato i 100 giorni; volano più in alto, dove le correnti sono più affidabili e la loro rotta può quindi essere calcolata con maggior precisione.

Per capire dove i palloni andranno a finire una volta liberati nell'atmosfera Google ha dovuto anche creare un proprio servizio di previsioni meteorologiche che, appoggiandosi a un gigantesco database contenente i dati anemometrici degli ultimi anni, va oltre i 16 giorni per i quali la NOAA fornisce previsioni.

Le ultime mongolfiere lanciate ora riescono a fornire una banda pari a 22 Mbit/s verso un'antenna a terra, e pari a 5 Mbit/s verso un dispositivo.

L'obiettivo per il prossimo anno è già fissato: arrivare a ottenere 100 giorni di volo come valore standard, mantenendo 100 palloni in volo contemporaneamente per poi arrivare a un anello di 300-400 palloni che sorvolino continuamente il globo per offrire un servizio senza interruzioni.

google loon antenna
Un'antenna di Project Loon installata sul tetto di una scuola

Il dottor Astro Teller, supervisore dell'intera divisione Google X, è un altro ottimista: «Spero che in occasione del secondo compleanno di Loon anziché fare esperimenti saremo in grado di avere un set di palloni più o meno permanente. In uno o più Paesi, basterà accendere il telefono per collegarsi ai palloni».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Le Internet-mongolfiere di Google sono quasi realtà
Google rinuncia ai droni a energia solare
700 mini-satelliti per portare Internet ovunque
Google porta il Wi-Fi in Africa coi dirigibili

Commenti all'articolo (4)

Ehm, temo di no... link anche se sembra incredibile... :D
23-6-2014 19:02

{ferdinando}
Il dottor Astro Teller?!? E' uno scherzo?
23-6-2014 08:31

Anch'io resto molto dubbioso, se mi smentiranno buon per loro ma non sono ancora convinto. :?
19-6-2014 19:12

Complimenti se ci riescono, ma io resto ancora dubbioso che possa essere questa la soluzione più efficiente. Solo dubbioso, naturalmente. Così, a naso. :D
18-6-2014 18:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2508 voti)
Novembre 2019
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Tutti gli Arretrati


web metrics